Analisi di esclusione

Febbre, diarrea e diminuzione del rendimento possono essere i primi sintomi di un’epizoozia altamente contagiosa, ma può trattarsi anche di una malattia innocua. In caso di dubbio è consigliabile effettuare un’analisi di esclusione.

Attualità

Analisi di esclusione di epizoozie altamente contagiose in Svizzera

Qui di seguito una sintesi dei risultati relativi alle analisi di esclusione delle epizoozie altamente contagiose peste suina africana e peste suina classica (PSA e PSC), afta epizootica (AE) e influenza aviaria (AI).

Elenco delle analisi condotte il mese scorso:

Ein Seuchenverdacht wird im Labor untersucht.

I sintomi non sono sempre un chiaro indicatore della malattia che causano. Anche in caso di epizoozie altamente contagiose, come l’afta epizootica, la peste suina o l’influenza aviaria, talvolta nello stadio iniziale i sintomi sono vaghi oppure appaiono innocui.

Pertanto può capitare che il sospetto di un’epizoozia altamente contagiosa sia confermato e notificato solo in un secondo momento. Di conseguenza si perde tempo prezioso. Inoltre molti veterinari sono restii a segnalare un sospetto di epizoozia altamente contagiosa, poiché è sufficiente tale notifica per porre l’azienda agricola sotto sequestro. Questo provvedimento è atto a impedire immediatamente la diffusione di un’epizoozia altamente contagiosa in caso di emergenza tramite l’attuazione di misure restrittive.

Ai fini del riconoscimento precoce è quindi opportuno accertare con diagnosi di laboratorio anche la natura di sintomi vaghi. A tale scopo per cinque epizoozie altamente contagiose è prevista la possibilità di effettuare un’analisi di esclusione, volta a escludere queste malattie mediante diagnosi di laboratorio. La politica è: meglio effettuare un’analisi in più che una in meno. Ai sensi dell’ordinanza sulle epizoozie (artt. 83 e 84), le analisi di esclusione non comportano il sequestro dell’azienda, poiché non si tratta esplicitamente dell’accertamento di un caso sospetto.

Informazioni tecniche

Le analisi di esclusione vengono effettuate dall’Istituto di virologia e immunologia (IVI) di Mittelhäusern o, nel caso di epizoozie del pollame, dal Centro nazionale di riferimento per le malattie dei volatili e dei conigli (NRGK) di Zurigo.

Per un prelievo ottimale dei campioni e lo svolgimento regolare della procedura, il veterinario deve contattare telefonicamente l’IVI o il NRGK. In seguito i campioni vengono inviati al laboratorio per posta prioritaria insieme alla richiesta di analisi adeguatamente compilata. L’analisi diagnostica è gratuita per il detentore di animali, poiché è pagata dalla Confederazione.

Per le epizoozie elencate di seguito è possibile richiedere un’analisi di esclusione. Sotto «Dettagli» i veterinari possono trovare informazioni tecniche utili, inclusi i dati di contatto. Questa pagina illustra con quali sintomi è opportuno effettuare un’analisi di esclusione e quando sussiste chiaramente un caso sospetto che deve essere notificato immediatamente al veterinario cantonale.


Francesco Albanese, veterinario ufficiale ticinese, si è avvalso per primo delle analisi di esclusione. Per la relazione della sua esperienza si veda «Ulteriori informazioni».

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 06.02.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tiergesundheit/frueherkennung/ausschlussuntersuchung.html