Rete per la salute dei bovini

Il progetto Rete per la salute dei bovini è volto a migliorare l’efficienza nell’inserimento e nell’utilizzo di dati sanitari in relazione ai bovini da latte.

Logo Netzwerk Rindergesundheit

I dati sulla salute (risultati e sintomi clinici, dati relativi ai trattamenti, trattamenti profilattici, cause di morte, aborti e malformazioni, ecc.) vengono raccolti in particolare dai detentori di animali e dai veterinari. Sebbene oggi siano in gran parte registrati elettronicamente, sono conservati in sistemi di gestione isolati e non in comunicazione fra loro. Di conseguenza può accadere che diversi utenti debbano registrare gli stessi dati più volte. Per questo motivo a ottobre 2014 l’USAV ha lanciato il progetto Rete per la salute dei bovini in collaborazione con la Comunità di lavoro degli allevatori svizzeri di bovini (ASR), la facoltà Vetsuisse, l’Associazione svizzera per la medicina dei ruminanti (SVW) e il Servizio sanitario bovino (SSB).

Obiettivi e prospettive

L’obiettivo è quello di stabilire un’interconnessione tra le fonti di dati sulla salute dei bovini da latte per evitare ridondanze in fase di registrazione. Questa interconnessione sistematica è volta a consentire un inserimento più efficiente e un utilizzo più mirato dei dati da parte di detentori e veterinari. In tal modo si intende rafforzare la salute degli animali e migliorare la qualità degli alimenti svizzeri.
Questa visione si basa sulla Strategia per la salute animale in Svizzera 2010+ e sulla Strategia della qualità per l’agricoltura e la filiera alimentare svizzere (si veda «Ulteriori informazioni»).

Progetto

Fase I: da ottobre 2014 a dicembre 2015

Nella prima fase del progetto, 19 veterinari hanno valutato su base volontaria la semplicità di utilizzo della banca dati ASR (tramite i portali www.redonline.ch, www.brunanet.ch e www.holsteinvision.ch). In questo contesto sono state individuate misure per ottimizzare la registrazione dei dati sulla salute, che verranno implementate gradualmente.

I veterinari coinvolti hanno inoltre testato in modo intensivo l’idoneità della chiave diagnostica utilizzata dall’ASR. Anche in questo caso sono stati apportati alcuni adeguamenti, con l’obiettivo di rendere più intuitiva la registrazione dei dati sulla salute per i veterinari e i detentori di animali, migliorando così la qualità dei dati inseriti.

Fase II: da gennaio 2016

Nella seconda fase, iniziata a gennaio 2016, si procederà alla creazione di interfacce tra il software degli studi veterinari e le banche dati ASR. In tal modo si intende semplificare la registrazione dei dati sulla salute per i detentori di animali e i veterinari dell’effettivo. Verranno inoltre elaborati rapporti standardizzati per la valutazione dei dati sulla salute, al fine di fornire una base di riferimento ottimale per l’assistenza veterinaria degli allevamenti e la gestione degli stessi.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 12.03.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tiergesundheit/frueherkennung/netzwerk-rindergesundheit.html