Focus

Conservazione delle specie

cites-schluss-jemmi-top

Conferenza sulla conservazione delle specie a Ginevra: la delegazione svizzera traccia un bilancio

Il 28 agosto si è conclusa a Ginevra la 18a Conferenza della Convenzione internazionale sulla conservazione delle specie (CITES). Per la delegazione svizzera il
bilancio è in linea di massima positivo. La proposta della Svizzera sul commercio internazionale di pesci ornamentali marini è stata accolta. D’ora in poi tale commercio sarà quindi sottoposto alla verifica della sostenibilità.

Riduzione dello zucchero

Zucchero

Le imprese s’impegnano a ridurre ancora di più lo zucchero negli yogurt e nei cereali

Diversi produttori di derrate alimentari e rappresentanti del commercio al dettaglio svizzeri hanno concordato a Berna con il consigliere federale Alain Berset nuovi obiettivi per la riduzione dello zucchero nei loro prodotti. 14 imprese hanno firmato la proroga fino al 2024 della «Dichiarazione di Milano», che prevede di ridurre ulteriormente il tenore di zucchero negli yogurt del 10 per cento e quello nei cereali per la colazione del 15 per cento. 

Controllo del traffico di animali

tvd-schafeziegen

Banca dati sul traffico di animali per gli ovicaprini - Ora è possibile la marcatura a posteriori per gli ovini e i caprini

La registrazione del traffico di animali è di primaria importanza per una lotta efficace contro le epizoozie e per la sicurezza delle alimenti di origine animale. Per questo motivo il Consiglio federale ha deciso di estendere dal 1° gennaio 2020 l’identificazione univoca e l’obbligo di notifica anche agli ovicaprini. La registrazione avviene nella banca dati sul traffico di animali (BDTA), dove sono registrati già altri animali come bovini ed equidi.

Avvertimento al pubblico

Cartello per avvertimenti con punto esclamativo

Avvertimento al pubblico: rilevata la presenza di salmonelle nel roquefort AOP della marca «SOCIÉTÉ»

In un lotto di roquefort AOP a pasta molle prodotto con latte crudo della marca francese «SOCIÉTÉ» è stata rilevata la presenza di salmonelle. Non potendo escludere rischi per la salute, l’USAV raccomanda di non consumare il prodotto. L’importatore svizzero Lacatalis Suisse ha immediatamente ritirato il prodotto dal commercio e ne ha ordinato il richiamo.

Buono a sapersi

Lastwagen auf Strasse

Misure da attuare per i detentori di animali

La nuova legislazione europea in materia di salute animale o Animal Health Law (AHL) avrà conseguenze per i detentori di animali in Svizzera. La legge entrerà in vigore il 21 aprile 2021. I detentori di animali in Svizzera che intendono continuare a esportare in alcuni casi dovranno attuare delle misure già dal 21 aprile 2020. 

E-Zigarette

Riflettori puntati sulle sigarette elettroniche

L’USAV sta osservando gli sviluppi negli USA per quanto riguarda le sigarette elettroniche e ha contattato le autorità locali. Per le sigarette elettroniche contenenti nicotina si applicano in Svizzera i requisiti dell’UE. Se questi sono rispettati, i prodotti sono di norma sicuri.

GVO Kontrolle

Controlli sui prodotti OGM negli alimenti

Ogni anno le autorità cantonali di esecuzione analizzano diverse centinaia di campioni di derrate alimentari per verificare la quantità di organismi geneticamente modificati (OGM) che esse contengono. Nel 2018 le autorità hanno analizzato 244 campioni di derrate alimentari per accertare la presenza di OGM. La quota di campioni positivi è stata pari al 6,6 %.

Funghi commestibili nel bosco

Raccolta funghi, attenzione: meglio farli controllare

Non solo raccoglierli, ma anche mangiarli deve essere un piacere: ecco perché è importante far controllare i funghi raccolti. Non tutti i funghi sono commestibili!

Semaforo rosso, arancione e verde

Bollettino Radar agosto 2019

Tra i vari compiti relativi all’ambito del riconoscimento precoce, il monitoraggio della salute degli animali a livello internazionale occupa un posto di rilievo. Per questa ragione, l’USAV prepara ogni mese il Bollettino Radar in cui viene valutata la situazione epizootica internazionale nell’ottica delle possibili conseguenze per la Svizzera.

Cinghiali

Peste suina africana nei cinghiali: definite le misure di lotta nel caso di comparsa della malattia

La peste suina africana si propaga in Europa e potrebbe diffondersi in Svizzera. L’USAV ha pertanto deciso di adottare nuove direttive tecniche. L’obiettivo di queste misure, in caso di comparsa di un focolaio, è di contenere la diffusione dell’epizoozia nelle popolazioni di cinghiali svizzeri e quindi anche di evitare la trasmissione ai suini domestici. 

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale


Contatto


Sempre informati



https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home.html