Focus

Conservazione delle specie

Herkunft von Pelz an Kleidern muss deklariert werden

Più trasparenza nel commercio di pellicce

Il Consiglio federale ha approvato la revisione dell’ordinanza sulla dichiarazione delle pellicce. Se di origine animale, le pellicce devono ora essere caratterizzate come «vera pelliccia». La revisione crea più trasparenza per i consumatori.

Salute degli animali

Kuh

Caso isolato di BSE atipica in Svizzera

In Svizzera si è verificato un caso di encefalopatia spongiforme bovina atipica (BSE), nota anche come malattia della mucca pazza. La mucca colpita aveva 13 anni ed è stata abbattuta d’urgenza. La successiva analisi ha dimostrato che non si trattava di BSE classica, bensì di BSE atipica. 

Protezione degli animali

Kuehe_Taenikon_01a

«Allevamento intensivo»: il Consiglio federale respinge l’iniziativa, ma intende elaborare un controprogetto

Il Consiglio federale raccomanda di respingere l’iniziativa «No all’allevamento intensivo in Svizzera» poiché considera eccessiva la richiesta di inserire nella Costituzione standard di produzione biologica privati e di estenderli alle importazioni. Sostiene tuttavia l’obiettivo dell’iniziativa e ha pertanto deciso di includere criteri per il benessere degli animali da reddito in un controprogetto diretto.

Avvertimento al pubblico

Cartello per avvertimenti con punto esclamativo

Avvertimento al pubblico: bastoncini di mais bio di ALDI Suisse SA dichiarati erroneamente senza glutine

ALDI Suisse SA ha informato lʼUfficio della tutela dei consumatori e di veterinaria del Cantone San Gallo e lʼUSAV che il prodotto snack «Bastoncini di mais bio» è stato dichiarato erroneamente senza glutine, sebbene lo contenga. Non è possibile escludere rischi per la salute delle persone intolleranti al glutine (celiaci).

Buono a sapersi

pestizide

Test di rilevanza dei metaboliti del Chlorothalonil

Il rapporto sulla valutazione dell’USAV del chlorothalonil e delle sostanze di degradazione, che era stato uno dei fattori che avevano portato al divieto della sostanza, è ora disponibile sul nostro sito Internet.

Osservare attentamente aiuta a riconoscere le malattie in modo precoce

Nuovo studio sulla tubercolosi nei cervi

I cervi infetti da tubercolosi rappresentano un elevato rischio di infezione per gli animali selvatici e da reddito. La Svizzera e il Principato del Liechtenstein finora non sono interessati dal fenomeno. Affinché la situazione resti tale, è stato condotto uno studio sulla tubercolosi nei cervi. I risultati dimostrano che le misure prese finora funzionano.

Semaforo rosso, arancione e verde

Bollettino Radar gennaio 2020

Tra i vari compiti relativi all’ambito del riconoscimento precoce, il monitoraggio della salute degli animali a livello internazionale occupa un posto di rilievo. Per questa ragione, l’USAV prepara ogni mese il Bollettino Radar in cui viene valutata la situazione epizootica internazionale nell’ottica delle possibili conseguenze per la Svizzera.

huhn-und-hahn

Influenza aviaria in sei paesi dell’Europa orientale e in Germania

Dall’inizio dell’anno si sono verificati diversi casi di influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI) in aziende avicole e tra uccelli selvatici nell’Europa orientale e in Germania. Per proteggere gli allevamenti di pollame svizzeri è importante pianificare misure di biosicurezza efficaci o migliorare l’attuazione di quelle esistenti.

Titandioxid

La Francia vieta per un anno le derrate alimentari contenenti biossido di titanio – la Svizzera non segue l’esempio

Dal 1° gennaio 2020 nessun alimento contenente l’additivo biossido di titanio può essere immesso sul mercato francese. Il divieto del biossido di titanio, additivo che si trova tra l’altro nelle gomme da masticare, si applicherà inizialmente per un anno. L’USAV e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) non vedono attualmente alcun motivo per seguire l’esempio.

tvd-schafeziegen

Dal 2020 registrazione nella banca dati sul traffico di animali (BDTA) e due marche auricolari per gli ovicaprini

Il nuovo obbligo di notifica alla BDTA per i detentori di ovini e caprini è in vigore. Dal 6 gennaio 2020 tutti i movimenti di ovini e caprini devono essere notificati alla banca dati sul traffico di animali (BDTA). D’ora in avanti questi animali dovranno anche essere contrassegnati con due marche auricolari. Le nuove disposizioni comportano molti vantaggi, ad esempio nella lotta alle epizoozie.

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale


Contatto


Sempre informati



https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home.html