PathoPig

Negli allevamenti di suini i problemi riguardanti l’effettivo sono relativamente frequenti. Perseguendo lo scopo di garantire animali sani e derrate alimentari sicure, nell’ambito del programma «PathoPig» l’USAV sostiene l’accertamento di problemi riguardanti l’effettivo mediante diagnosi autoptica.

Testa di un suino

Attualità

Rapporto annuale PathoPig

Da gennaio a dicembre 2018, con PathoPig sono stati condotti accertamenti su un totale di 370 effettivi colpiti da malattie. Nell’86% dei casi è stato possibile individuare chiaramente la causa del problema dell’effettivo, ma anche negli altri casi i risultati della diagnostica hanno fornito importanti informazioni al veterinario competente, consentendo così di adottare provvedimenti adeguati per migliorare la situazione presso l’azienda.

Trovate maggiori dettagli nel rapporto completo:

 
 
 
 
 
 
 

(02.05.2019) 

Laddove vivono più animali insieme, malattie infettive o altri problemi colpiscono spesso diversi animali contemporaneamente. Proprio negli allevamenti di suini i problemi riguardanti l’effettivo sono frequenti e possono portare a cali di rendimento che spesso non hanno una causa ben evidente. Quindi, è ancora più importante esaminare più precisamente queste osservazioni.

Diagnostica autoptica – un metodo consolidato

Nell’ambito di «PathoPig» l’USAV sostiene l’accertamento diagnostico dei problemi riguardanti l’effettivo. L’obiettivo è promuovere la salute degli suini in Svizzera, riconoscere precocemente malattie infettive rare o nuove e, cosa non meno importante, garantire derrate alimentari sicure per i consumatori.

Per l’accertamento dei problemi riguardanti l’effettivo la diagnostica autoptica è un metodo consolidato: grazie all’autopsia (apertura della carcassa) l’animale non viene esaminato solo dall’esterno, bensì anche i suoi organi possono essere ispezionati ed infine esaminati in laboratorio in maniera più mirata. In questo modo possono essere rilevate e trattate cause non evidenti per un problema riguardante l’effettivo (ad es. cause batteriologiche, virologiche o parassitologiche).

Condizioni di partecipazione per gli allevamenti di suini

Nell’ambito di «PathoPig», insieme al veterinario che si occupa dell’effettivo, i suinicoltori hanno la possibilità di far accertare i problemi che colpiscono i loro effettivi mediante la diagnostica autoptica sovvenzionata dall’USAV. Almeno uno dei seguenti criteri deve però essere soddisfatto:

  • problemi ricorrenti di origine sconosciuta
  • tasso elevato di malattia e/o mortalità
  • sintomi anomali
  • impiego elevato di antibiotici

Procedura per suinicoltori e veterinari

Per far accertare, nell’ambito di «PathoPig», un problema riguardante l’effettivo i detentori di animali contattano i veterinari degli effettivi. Questi ultimi selezionano al massimo tre suini che presentano chiaramente il problema e compilano insieme al detentore il modulo di anamnesi necessario per «PathoPig» (si veda «Ulteriori informazioni»). Infine, i suini vengono portati, insieme al modulo, in un laboratorio anatomo-patologico per essere esaminati. Non appena si dispone dei risultati delle analisi, il veterinario competente fornisce raccomandazioni su come trattare la causa, rafforzare la salute degli animali e risolvere il problema in modo sostenibile.

Cosa finanzia la Confederazione?

Le analisi per l’accertamento dei problemi riguardanti l’effettivo nell’ambito di «PathoPig» sono poco costosi per i detentori di animali. Per la diagnostica autoptica l’USAV si assume i costi nell’ordine di 200 franchi per animale e di massimo 500 franchi per tre suini esaminati per ogni azienda.
 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 02.05.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tiergesundheit/frueherkennung/pathopig.html