Contaminanti

Si definiscono contaminanti le sostanze che giungono inavvertitamente negli alimenti. Ciò può accadere durante l’intero processo di produzione. A causa della loro tossicità, queste sostanze sono classificate come indesiderate.

I contaminanti possono penetrare o formarsi nelle derrate alimentari durante il processo produttivo, la raccolta, la lavorazione, la conservazione o l’imballaggio. Generalmente le sostanze soggette a un processo di omologazione (ad esempio prodotti fitosanitari e medicamenti veterinari) non rientrano in questa categoria.

Acrilammide

L’acrilammide si forma soprattutto durante i processi di cottura arrosto e tostatura di cibi ricchi di carboidrati, come ad esempio le patate. L'acrilammide è una sostanza classificata come probabilmente cancerogena per l'uomo.

Arsenico

L’arsenico è un semimetallo presente per natura nell’ambiente, e quindi potenzialmente anche nelle derrate alimentari. Poiché è considerato cancerogeno, la sua presenza negli alimenti dovrebbe essere per quanto possibile ridotta.

Piombo

Nell'organismo umano il piombo può provocare danni agli organi o alterare le funzioni fisiologiche. Il piombo delle munizioni da caccia con cui viene abbattuta la selvaggina può rimanere nella carne.

Diossine e bifenili policlorurati (PCB)

Le diossine e i PCB sono contaminanti ambientali nocivi per la salute che si accumulano soprattutto nelle derrate alimentari di origine animale ricche di grassi.

MCPD, glicidolo e sostanze simili

Durante la fabbricazione di oli e grassi vegetali raffinati possono svilupparsi sostanze indesiderate. Per tale motivo, anche le derrate alimentari fabbricate a partire da queste materie prime possono contenere tali sostanze.

Perclorato

I sali di perclorato possono contaminare le acque sotterranee e finire nell’acqua potabile.

Mercurio

In Svizzera sono presenti terreni interessati da una preesistente contaminazione da mercurio. Il mercurio può penetrare negli ortaggi e nei cereali che vengono coltivati su questi terreni.

Alcaloidi tropanici

Gli alcaloidi tropanici sono sostanze naturali presenti in alcune piante. Alcuni alcaloidi tropanici possono arrivare nelle derrate alimentari contenenti cereali, ma sono indesiderati a causa della loro tossicità e possono causare disturbi della salute.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 22.05.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/lebensmittel-und-ernaehrung/lebensmittelsicherheit/stoffe-im-fokus/kontaminanten.html