Cani, gatti e furetti

Poiché cani, gatti e furetti possono contrarre la rabbia, per i viaggi con questi animali si applicano prescrizioni specifiche, per prevenire la diffusione di tale malattia in Svizzera. 

Hund und Katze sitzen im offenen Koffer

Le informazioni fornite in queste pagine sono rivolte esclusivamente a privati detentori di animali da compagnia, che non intendono venderli o cederli a terzi o a istituzioni.

Per i documenti necessari si veda «Ulteriori informazioni».

Uscita dalla Svizzera

Per portare in viaggio cani, gatti e furetti sono necessari almeno un passaporto per animali da compagnia, un contrassegno (microchip) e una vaccinazione antirabbica valida. Tuttavia, per essere in regola, è necessario osservare le prescrizioni del Paese di destinazione. Per il rientro in Svizzera devono essere soddisfatte le relative condizioni.

(Ri)entrare in Svizzera

Disposizioni generali

  • È consentito introdurre in Svizzera un massimo di cinque esemplari alle condizioni previste per gli animali da compagnia (si veda Che cosa si intende per animali da compagnia?). L’introduzione di oltre cinque esemplari è considerata un’importazione a scopo commerciale (si veda Importazione).
    Eccezione: per l’introduzione temporanea di oltre cinque cani, gatti o furetti da Paesi terzi (ossia Stati non membri dell’UE e altri Stati e territori europei che utilizzano un passaporto per animali da compagnia) ai fini della partecipazione a concorsi o manifestazioni simili, può essere richiesta un’autorizzazione all’USAV (si veda «Ulteriori informazioni»).
  • È vietata l’introduzione di cani con orecchie e/o coda recise (si veda «Ulteriori informazioni»).
  • Si applicano sempre le misure di protezione vigenti.

Ingresso (rientro) in Svizzera da un Paese UE

In sintesi, per entrare in Svizzera da un Paese UE con cani, gatti o furetti, devono essere osservate le disposizioni di seguito illustrate.

Ingresso (rientro) in Svizzera da Paesi terzi

Per entrare in Svizzera da Paesi terzi le disposizioni variano a seconda che l’animale provenga da un Paese a basso rischio di rabbia o da un Paese a rischio di rabbia (si veda l’elenco dei Paesi sotto «Ulteriori informazioni»).  

In ogni caso gli animali devono essere obbligatoriamente prima contrassegnati correttamente, poi vaccinati contro la rabbia ed essere accompagnati dai necessari documenti. Al rientro da Paesi a rischio di rabbia si applicano altri oneri (esame del sangue, termini di attesa più lunghi, autorizzazioni d’importazione ecc.). Prima di recarvi dalla Svizzera all’estero con il vostro animale, assicuratevi che siano soddisfatte le condizioni di reimportazione, altrimenti rischiate un respingimento dell’animale alla frontiera. Tutte le condizioni di importazione e i necessari documenti sono elencati nel nostro aiuto online «Varcare la frontiera con cani, gatti o furetti», che vi consigliamo vivamente di consultare in ogni caso.

Ulteriori informazioni

Maggiori dettagli

Informazioni per veterinari sul passaporto svizzero per animali da compagnia:

In Svizzera i passaporti per animali da compagnia possono essere emessi esclusivamente da veterinari con autorizzazione cantonale all’esercizio della professione e da veterinari assunti presso una persona con tale autorizzazione. Per ordinare i passaporti, i veterinari devono registrarsi una sola volta tramite il modulo di richiesta presso l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL).

Ultima modifica 18.06.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/reisen-mit-heimtieren/hunde-katzen-und-frettchen.html