Varcare la frontiera con cani, gatti o furetti

Attualità

Brexit

Dal 1° gennaio 2021 gli animali e i prodotti di origine animale provenienti dalla Gran Bretagna saranno soggetti alle condizioni di importazione valide per i Paesi terzi. Per gli animali e i prodotti di origine animale provenienti dall’Irlanda del Nord si applicheranno le condizioni d’importazione per l’UE.

L’ingresso o il viaggio di ritorno con animali da compagnia dalla Gran Bretagna sono ora soggetti alle norme applicabili ai Paesi terzi. L’ingresso diretto per via aerea con cani, gatti e furetti è ora possibile solo attraverso gli aeroporti di Ginevra, Zurigo e Basilea. L’ingresso diretto per via aerea con uccelli, invece, solo attraverso gli aeroporti di Ginevra o Zurigo.

In caso di entrata per via terra attraverso l’UE, il controllo veterinario di confine è effettuato al momento dell’ingresso nell’UE, ad esempio in Francia. Una volta eseguito il controllo, si può entrare in Svizzera con gli animali come di consueto.

(30.12.2020)

Coronavirus

In riferimento al nuovo coronavirus (SARS-CoV-2), per il momento e fino a nuovo ordine non vi sono misure di protezione speciali per l’importazione di animali in Svizzera. Le condizioni di importazione indicate sul sito Internet restano invariate.

(10.12.2020)

Aiuto online

Ultima modifica 31.12.2020

Inizio pagina

Passaporti per animali da compagnia di altri Paesi

I passaporti per animali da compagnia provenienti dai seguenti Paesi sono riconosciuti dall’UE: Andorra, Islanda, Liechtenstein, Monaco, Norvegia, San Marino e Vaticano. Per i cani, i gatti e i furetti di questi Paesi valgono le stesse condizioni di importazione vigenti per gli animali provenienti da uno Stato membro dell’UE.

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/reisen-mit-heimtieren/online-hilfe-hunde-katzen-frettchen.html