Caratterizzazione degli organismi geneticamente modificati (OGM)

In Svizzera i prodotti OGM devono essere dichiarati conformemente all’ordinanza del DFI concernente le derrate alimentari geneticamente modificate (ODerrGM).

Quali prodotti devono essere caratterizzati come OGM?

Tutti gli alimenti che sono, contengono o sono derivati da OGM sono soggetti allʼobbligo di caratterizzazione degli OGM. Di conseguenza prodotti come l’olio di soia o l’emulsionante lecitina di soia devono essere caratterizzati come OGM se sono ricavati da semi di soia geneticamente modificati (si veda «Ulteriori informazioni»).

Tuttavia, vi sono eccezioni allʼobbligo di caratterizzazione:

•   le tracce involontarie di prodotti OGM autorizzati non devono essere caratterizzate se sono presenti in quantità non superiori allo 0,9 per cento in massa. I commercianti o i produttori interessati devono essere in grado di dimostrare di aver adottato le misure adeguate per evitare tali tracce.

•   I fermentatori prodotti in un sistema chiuso a partire da microorganismi geneticamente modificati e poi separati da tali organismi, depurati e chimicamente definiti.

Inoltre, la caratterizzazione negativa «senza OGM» può essere utilizzata per le derrate alimentari di origine animale (cfr. art. 37 dell’ordinanza sulle derrate alimentari e gli oggetti d’uso, ODerr). Il presupposto è che per lʼalimentazione degli animali non siano state utilizzate piante foraggere geneticamente modificate o prodotti da esse derivati.

Inoltre, la dicitura «senza OGM» deve essere integrata con lʼindicazione secondo cui per l’alimentazione degli animali non sono state utilizzate piante foraggere geneticamente modificate né prodotti da esse derivati. Solo in questa combinazione la caratterizzazione è completa. Entrambe le diciture devono figurare nello stesso campo visivo ed essere chiaramente leggibili.

Tuttavia, il latte di vacche nutrite con mais geneticamente modificato non deve essere caratterizzato come OGM, purché non sia ottenuto da una mucca geneticamente modificata.

Esempi di caratterizzazione dei prodotti OGM

I consumatori possono riconoscere i prodotti OGM dalle informazioni figuranti sull’etichetta. L’elenco degli ingredienti ed eventualmente anche la denominazione specifica del prodotto contengono un’indicazione al riguardo. I tre esempi che seguono sono fittizi; attualmente sul mercato svizzero sono praticamente assenti prodotti alimentari geneticamente modificati.


Esempio 1 (fittizio):
mais per polenta

Ingredienti: semola di granturco (geneticamente modificata), sale, spezie, esaltatore di sapidità.


Esempio 2 (fittizio):
cioccolato con ingredienti OGM

Ingredienti: zucchero, sciroppo di glucosio*, burro di cacao, olio vegetale idrogenato**, cacao magro, cornflakes*, latte magro in polvere, emulsionante (lecitina, E322)**, aromi.

* ottenuto da mais geneticamente modificato
** ottenuto da soia geneticamente modificata

Esempio 3 (fittizio): yogurt alla frutta con ingredienti OGM, acidificato con colture OGM

Ingredienti: latte, latte magro in polvere, zucchero, papaya*, amido di mais modificato**.

* geneticamente modificato
** prodotto con lattobacilli geneticamente modificati

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 04.11.2020

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/lebensmittel-und-ernaehrung/lebensmittelsicherheit/naehrwertinformationen-und-kennzeichnung/gvo.html