Controlli approfonditi al confine per determinate derrate alimentari di origine vegetale

Al fine di proteggere la salute dei consumatori, dal 1° ottobre 2020 ai posti di controllo frontalieri degli aeroporti di Zurigo e Ginevra saranno effettuati ulteriori controlli approfonditi di determinate derrate alimentari di origine vegetale particolarmente a rischio.

Requisiti per l’importazione / la dichiarazione preventiva

In alcune derrate alimentari di origine vegetale provenienti da determinati Paesi sono stati trovati, con maggiore frequenza, residui chimici o microorganismi patogeni. Il consumo di tali alimenti può mettere in pericolo la salute dei consumatori. Per questo motivo, dall’1.10.2020 tali prodotti saranno soggetti a controlli approfonditi e dovranno essere notificati nel sistema Traces (Trade Control and Expert System) prima dell’importazione in Svizzera.

Prodotti interessati

Gli elenchi dei prodotti interessati dall’intensificazione dei controlli sono disponibili alla voce «Ulteriori informazioni». Occorre specificare che le merci di cui all’allegato 2 OELDerr non necessitano di un certificato ufficiale. Invece, le merci elencate nell’allegato 3 OELDerr richiedono all’importazione un certificato ufficiale dell’autorità competente del Paese di produzione o del Paese speditore. ll certificato ufficiale da utilizzare è consultabile nell’allegato IV del regolamento di esecuzione (UE) 1793/2019.

Posti di controllo frontalieri e controlli

I posti di controllo frontalieri in Svizzera sono i Servizi veterinari di confine all’aeroporto di Zurigo e Ginevra.

All’arrivo in aeroporto, la partita viene sottoposta a un controllo supplementare. Oltre al controllo documentale, è possibile effettuare anche un controllo di identificazione dei documenti forniti e della merce. Inoltre, il posto di controllo frontaliero preleva, a una frequenza definita, campioni dalla merce, che l’importatore deve poi portare a un laboratorio accreditato per le analisi prescritte. La merce soggetta a campionatura rimane bloccata all’aeroporto fino a quando il risultato del laboratorio non è disponibile. A seconda del risultato, il posto di controllo frontaliero determina le misure da adottare. Se la merce analizzata è conforme alla legislazione svizzera sulle derrate alimentari, la partita può essere legalmente importata e il processo di sdoganamento può proseguire. La merce non conforme viene rispedita o distrutta.

Durata dei controlli

I controlli per una merce proveniente da un determinato Paese continueranno fino a quando la percentuale di contestazioni non sarà diminuita significativamente in tutta Europa. Dopodiché la merce sarà controllata a una frequenza minore o completamente rimossa dall’elenco.

Campioni casuali possono essere prelevati in qualsiasi momento.

Costi

Poiché si tratta di alimenti ad alto rischio, l’importatore deve sostenere tutti i costi (ad es. tasse per controlli documentali e prelievo di campioni, analisi di laboratorio, distruzione ecc.).

Ulteriori informazioni:

Nel documento «Domande e risposte sui controlli approfonditi», alla rubrica «Ulteriori informazioni», sono disponibili ulteriori informazioni e precisazioni.

A chi posso rivolgermi per eventuali domande?

Per le domande relative alle partite che si trovano già all’aeroporto è responsabile il posto di controllo frontaliero.

Ginevra: svf-aig@blv.admin.ch

Zurigo:   ntlm.zrh@blv.admin.ch

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 18.12.2020

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/import-und-export/import/verstaerkte-grenzkontrollen-pflanzlische-lebensmittel.html