Antitraspiranti con alluminio

L'alluminio contenuto negli antitraspiranti solleva da anni interrogativi sui suoi potenziali rischi per la salute dei consumatori. L'USAV ha valutato le attuali conoscenze scientifiche e ritiene che non sia possibile stabilire un nesso causale tra l'esposizione cutanea all'alluminio e il cancro al seno. 

L’alluminio è un elemento chimico molto diffuso in natura, che viene impiegato in particolare nel settore industriale, in diversi oggetti d’uso e in alcuni cosmetici e alimenti.

Nel linguaggio corrente, gli antitraspiranti e i deodoranti sono spesso confusi. Gli antitraspiranti contengono alluminio sotto forma di sali o composti di alluminio per ridurre localmente la formazione di sudore. I sali di alluminio, infatti, aiutano a chiudere i pori e impediscono al sudore di raggiungere la superficie della pelle. I deodoranti, invece, non contengono composti di alluminio ma sostanze antibatteriche con profumi che agiscono contro l’odore di sudore.

Nessun ruolo dimostrato nel cancro al seno

L’USAV ha tenuto conto delle valutazioni esistenti di vari comitati scientifici nazionali e internazionali, tra cui quella adottata nel 2020 dal Comitato scientifico per la sicurezza dei consumatori in Europa (Scientific Committee on Consumer Safety, SCCS). Per completare l’analisi dei rischi, l’USAV ha affidato al Centro svizzero di tossicologia umana applicata (SCAHT) il compito di eseguire una valutazione approfondita e critica della letteratura scientifica.

I risultati mostrano che i dati attualmente disponibili non permettono di stabilire alcun nesso causale tra l’esposizione cutanea all’alluminio e il cancro al seno.

Quadro giuridico attuale sufficiente

Secondo lo stato attuale delle conoscenze, il quadro legale esistente è sufficiente a garantire la protezione della salute dei consumatori. Gli antitraspiranti sono disciplinati dalla legislazione sulle derrate alimentari e gli oggetti d’uso. Come altri cosmetici, devono essere sicuri (art. 15 della legge sulle derrate alimentari, LDerr). L’alluminio nei cosmetici è disciplinato allo stesso modo in Svizzera e nell’Unione europea.

Come per tutte le sostanze regolamentate nei cosmetici, l’USAV continua a seguire attentamente lo sviluppo e il progresso della ricerca e i risultati delle valutazioni relative all’assorbimento dell’alluminio. Se necessario, la legislazione svizzera sarà adattata per garantire la protezione della salute dei consumatori. 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 16.11.2020

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/gebrauchsgegenstaende/kosmetika-schmuck/kosmetika/aluminium-antitranspiranten.html