Prodotti per l’igiene

Le sostanze contenute nei prodotti per l’igiene, come i tamponi e gli assorbenti, possono essere assorbite dall’organismo attraverso la cute. Per prevenire eventuali rischi per la salute, i relativi requisiti sono stabiliti nel diritto in materia di derrate alimentari e oggetti d’uso.

Tampons udn Binden

Dagli anni Novanta sempre più spesso i media pubblicano notizie allarmanti su sostanze tossiche presenti nei prodotti per l’igiene intima durante il periodo mestruale, facendo presupporre che questi articoli siano pericolosi per la salute delle donne. Poiché questi prodotti entrano in contatto diretto con le mucose, le sostanze in essi contenuti possono essere assorbite dall’organismo. 

L’USAV ha effettuato prelievi a campione su prodotti igienici disponibili in Svizzera facendo analizzare diverse sostanze pericolose per la salute (ulteriori informazioni in basso). 

Dai risultati emerge che tutti i prodotti esaminati sono esenti da sostanze tossiche come formaldeide, ftalati e prodotti fitosanitari.

Tuttavia, sono state rilevate tracce di diossine e idrocarburi policiclici aromatici (IPA). Un assorbente conteneva inoltre un prodotto di decomposizione di un detergente (acido aminometilfosfonico, AMPA). La concentrazione di tutte le sostanze accertate è però estremamente bassa e inferiore alla concentrazione riscontrabile negli alimenti. 

Il rischio per la salute derivante dalle sostanze tossiche presenti nei prodotti per l’igiene analizzati può essere quindi considerato irrilevante.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 23.05.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/gebrauchsgegenstaende/hygieneprodukte.html