Scialli in lana di antilope tibetana

La lana shahtoosh ricavata dal pelo delle antilopi tibetane è considerata la più pregiata al mondo. Per produrre un solo scialle vengono uccisi da tre a cinque antilopi, motivo per cui questa specie è minacciata dall’estinzione e il commercio della lana è severamente vietato. 

Attualità

Nel 2018 sono stati sequestrati 41 scialli di lana shahtoosh: il traffico illegale resta un fenomeno rilevante

Nel 2018, l’USAV e l’Amministrazione federale delle dogane hanno sequestrato 41 scialli di lana shahtoosh.

Numero di scialli di shahtoosh sequestrati in Svizzera e numero estimato di animali uccisi

Ogni anno avvengono sequestri di scialli: ciò significa che il traffico illegale è ancora attivo e organizzato su scala internazionale. Il numero di scialli sequestrati in Svizzera non rappresenta che la punta dell’iceberg del fenomeno.

Gli scialli di lana shahtoosh sono considerati prodotti lussuosi e arrivano a costare fino a 25 000 franchi. La Svizzera è un Paese di importazione, vista la presenza di una clientela con elevato potere di acquisto.

(29.03.2019) 

Antilope tibetana

La lana di antilope tibetana è considerata la più soffice, calda e pregiata al mondo e viene ricavata da antilopi selvatiche le quali, vivendo a un’altitudine di 5000 metri, hanno sviluppato un pelo adatto a un clima molto freddo. Visto che non possono essere addomesticate per la tosatura e che il commercio della loro lana è severamente vietato, vengono uccise illegalmente.

Le antilopi sono minacciate dall’estinzione

Per produrre un solo scialle vengono uccise da 3 a 5 antilopi tibetane, con la conseguenza che nell’arco di un secolo la popolazione di questa specie protetta è diminuita di oltre il 90 %.

L’antilope tibetana figura nell’allegato I CITES dal 1979 e ha lo stesso status di protezione di elefanti, tigri o rinoceronti, vale a dire che il commercio di prodotti provenienti da questa specie è rigorosamente vietato.

 

Impegno della Svizzera

Per contrastare efficacemente questo traffico illegale su scala internazionale, l'USAV collabora strettamente con Interpol ed Europol, ma anche con i Paesi produttori. È fondamentale sensibilizzarli al problema della conservazione delle specie e impedire tutte le importazioni.

L'USAV punta anche a un lavoro di sensibilizzazione destinato ai consumatori, i quali spesso dichiarano di non sapere di indossare lana di una specie minacciata di estinzione.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 29.03.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/das-blv/auftrag/vollzug/artenschutz/illegaler-handel/shahtoosh-schals.html