Identificazione

I detentori di animali a unghia fessa, equini, asini, cani e pappagalli devono identificare i loro animali; gli apicoltori, invece, anche gli apiari. L’identificazione serve per la lotta alle epizoozie e permette di identificare e rintracciare gli animali.

Attualità

Banca dati sul traffico di animali: chiare regolamentazioni per la partecipazione della Confederazione e per la gestione

Il controllo del traffico di animali è importante per prevenire e combattere le epizoozie. Dal 1999 Identitas AG gestisce, su incarico della Confederazione, la banca dati sul traffico di animali. La revisione della legge sulle epizoozie, inviata in consultazione dal Consiglio federale durante la sua seduta del 28 marzo 2018, mira a disciplinare in modo chiaro il ruolo della Confederazione e le rispettive responsabilità.

(28.03.2018) 

Animali a unghia fessa

Kühe auf einer Weide

L’identificazione degli animali a unghia fessa deve essere inequivocabile, permanente e consentire di identificare i singoli animali. Essa avviene applicando dei marchi auricolari ufficiali, distribuiti da Identitas AG (si veda «Ulteriori informazioni»). La responsabilità dell’identificazione spetta ai detentori di animali.Le direttive tecniche sull’identificazione degli animali a unghia fessa ne regola lo svolgimento (si veda «Ulteriori informazioni»).

Equini

Drei Pferde

Gli equini (cavalli, asini, pony ecc.) devono essere identificati con un microchip. L’identificazione può essere effettuata da veterinari e da persone con un diploma professionale federale o riconosciuto a livello federale che abilita a effettuare iniezioni su animali (OFE, art. 15a).

Apiari

Biene an einer Wabe

L’apicoltore deve contrassegnare gli apiari con il numero d’identificazione secondo le indicazioni del servizio cantonale competente. Il numero d’identificazione deve essere ben visibile esternamente (OFE, art. 19a).

Cani

Hund

I cani devono essere identificati con un microchip e registrati nella banca dati AMICUS (si veda Registrazione). In questo modo è più facile svolgere i dovuti accertamenti in caso di incidenti dovuti a morsi, epizoozie e di cani scappati, trascurati o abbandonati. In Svizzera i microchip possono essere impiantati esclusivamente da veterinari.

Il detentore di un cane importato deve far verificare a un veterinario l’identificazione entro 10 giorni dall’importazione e farlo notificare alla banca dati AMICUS. 

Le prescrizioni per l’identificazione e la registrazione dei cani in Svizzera sono diverse da quelle per viaggiare con cani all’estero. In caso di viaggi all’estero i detentori di animali devono osservare le prescrizioni per Viaggiare con animali da compagnia.

Pappagalli

Zwei Papageien in einem Baum

Chi commercia pappagalli (Psittaciformes) deve identificarli individualmente in modo permanente. Il  contrassegno deve essere iscritto nel Controllo degli effettivi (OFE, art. 19).

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 28.03.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/transport-und-handel/tierverkehrskontrolle/kennzeichnung.html