Zoppina

La zoppina è una patologia batterica che determina un’infiammazione purulenta degli unghioni dei ruminanti. Oggi questa malattia è ancora molto diffusa, in particolare fra gli ovini.

Possono essere colpiti dalla zoppina, oltre alle pecore, anche capre e stambecchi, mentre bovini e altri ruminanti sembrano esserne affetti più raramente ma possono comunque contribuire alla diffusione dell’agente patogeno.

La zoppina è sempre accompagnata da forti dolori e rappresenta un grosso problema di protezione degli animali. Gli esemplari colpiti zoppicano e brucano tipicamente inginocchiandosi sulle zampe anteriori o in decubito. Ne derivano spesso dimagrimento, calo della produzione di latte, ridotta capacità di allattamento e minore ingrasso degli agnelli e, di conseguenza, danni economici sotto forma di minori ricavi di vendita e costi per il trattamento.

Contagio e diffusione

La zoppina è una sindrome multifattoriale: sintomi e carattere all’interno di un branco vengono influenzati da diversi aspetti. Il livello di gravità della malattia dipende dal ceppo batterico infettivo, da fattori favorenti come la gestione dell’azienda (es. sovraffollamento) e dalle condizioni ambientali e climatiche. Il batterio responsabile, Dichelobacter nodosus, sopravvive nell’ambiente di norma per non oltre due settimane. Pare che anche la natura del suolo abbia una certa rilevanza: sui terreni calcarei la zoppina è meno frequente che non su quelli umidi o bagnati.

La malattia può essere facilitata dalle ferite nello spazio interdigitale e da una scarsa cura degli unghioni. È possibile che l’agente patogeno venga trasmesso attraverso attrezzi per la cura degli unghioni non sufficientemente puliti, percorrendo sentieri condivisi o utilizzando mezzi di trasporto sporchi. In determinati casi, la malattia può essere trasmessa fra ovini, caprini e altri animali a unghia fessa. Contagio e diffusione si verificano in particolare con estivazione in alpeggio promiscuo.

Il batterio Dichelobacter nodosus è diffuso in tutto il mondo. Secondo le stime, in un allevamento di ovini su quattro in Svizzera vi sono animali che presentano i tipici sintomi della zoppina.

 
 

Misure per il debellamento e il trattamento della malattia

Per contrastare la zoppina non ha senso concentrarsi solo su singoli animali, occorre trattare l’intera comunità. Di norma si interviene con il pareggio degli unghioni, il trattamento tramite spray disinfettanti locali, pediluvi o, a scopo preventivo, la vaccinazione, il cui effetto dura però soltanto alcune settimane.

In Svizzera viene applicato di frequente anche il programma di risanamento sostenuto dal Servizio consultivo e sanitario in materia di allevamento di piccoli ruminanti (SSPR), che prevede la separazione fra animali sani e malati (separazione dei branchi), il regolare controllo e pareggio degli unghioni, la cura per varie settimane con pediluvi fino a completa guarigione (si veda anche «Ulteriori informazioni»).

Progetto di preparazione al debellamento sul territorio nazionale

Dall’inizio degli anni Novanta la zoppina degli ovini è stata sistematicamente combattuta nel Cantone dei Grigioni, nel Cantone di Glarona e nel Principato del Liechtenstein. Ciononostante si verificano continuamente ricadute con la reintroduzione della malattia in branchi già risanati, probabilmente a causa, fra l’altro, dell’estivazione promiscua con ovini di altri Cantoni. Con l’accettazione della mozione parlamentare del Consigliere nazionale Hansjörg Hassler del giugno 2015, il Parlamento ha incaricato il Consiglio federale di creare le condizioni per una lotta coordinata alla zoppina degli ovini su tutto il territorio elvetico (Mozione CN Hassler 14.3503 – Lotta contro la zoppina delle pecore a livello nazionale).

Questo programma nazionale di debellamento viene ora elaborato nel quadro di un progetto dell’USAV di concerto con i principali operatori dell’allevamento ovino in Svizzera. Il progetto è stato avviato nell’estate del 2015.

 
 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 05.02.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/moderhinke.html