Interventi dolorosi sui caprini: castrazione e decornazione

È vietato praticare la castrazione o la decornazione senza anestesia. I detentori di animali che intendono praticare personalmente la castrazione o la decornazione nella propria azienda, devono possedere un attestato di competenza. 

È vietato effettuare la decornazione senza anestesia. È inoltre proibito l’utilizzo di anelli elastici o sostanze corrosive durante l’asportazione delle corna. La decornazione è una pratica che si è affermata con la diffusione della stabulazione libera, al fine di ridurre il rischio di lesioni per gli animali e le persone che se ne occupano. La stabulazione libera di animali dotati di corna può costituire una sfida, ma è assolutamente fattibile se si tiene conto delle caratteristiche specifiche della specie ed è la modalità raccomandata per un’adeguata detenzione dei caprini.

I capretti maschi vengono castrati per evitare che, dopo il raggiungimento della maturità sessuale, provochino agitazione nel gregge e causino gravidanze indesiderate.

I detentori che intendono castrare o decornare personalmente i propri capi giovani devono aver seguito un corso riconosciuto in materia. In proposito si veda la rubrica Formazione.

Attestato di competenza

I detentori di animali possono effettuare, sotto anestesia, la castrazione dei loro capretti entro le prime due settimane di vita e possono effettuare la decornazione dei loro vitelli entro le prime tre settimane di vita, a condizione di aver conseguito un attestato di competenza dopo la frequentazione di uno dei corsi riconosciuti dall’Ufficio federale dell’agricoltura e dall’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria. L’attestato di competenza permette di acquisire le nozioni principali in merito ai fondamenti legislativi, agli effetti sull’animale, all’uso di medicamenti e all’esecuzione dell’intervento. Per maggiori dettagli si veda «Ulteriori informazioni».

I detentori devono procedere nel modo seguente: innanzitutto occorre stipulare una convenzione sui medicamenti veterinari con il veterinario dell’effettivo. Successivamente seguono un corso teorico di mezza giornata, che si conclude con una verifica delle conoscenze acquisite. Un elenco contenuto in «Ulteriori informazioni» fornisce informazioni sui corsi riconosciuti.

La parte pratica dell’attestato di competenza viene svolta direttamente in azienda. I detentori effettuano esercitazioni pratiche relative agli interventi sotto la guida e la sorveglianza del veterinario dell’effettivo. Quando il veterinario ritiene che il detentore sia in grado di effettuare autonomamente l’intervento in modo corretto, si procede all’iscrizione all’esame. In tale sede il Servizio cantonale preposto alla protezione degli animali può verificare le conoscenze acquisite. L’esame può svolgersi nell’ambito di un controllo ufficiale.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 06.12.2016

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierschutz/nutztierhaltung/ziegen/eingriffe-ziege.html