Vaiolo ovino / caprino

Il vaiolo ovino / caprino è una malattia virale altamente contagiosa dei piccoli ruminanti, caratterizzata da lesioni cutanee. Essa non è pericolosa per l’essere umano.

Questo tipo di vaiolo colpisce ovini e caprini, tra cui sono particolarmente ricettive le pecore Merino e altre razze ovine europee. La malattia non costituisce invece un pericolo per l’essere umano.

Il sintomo tipico è la comparsa di noduli nelle labbra, nel naso, negli occhi, nelle mammelle, nelle vicinanze degli organi genitali e su di essi. Questi noduli si trasformano in vesciche che si rompono e formano croste. Anche febbre, forte salivazione, secrezioni nasali e oculari e difficoltà respiratorie sono tipiche della malattia.

Sono conosciute due forme diverse:

  • Nella forma maligna si ammalano soprattutto gli agnelli, di cui muore il 50–80 %.       
  • Nella forma lieve si ammalano soprattutto animali adulti, di cui muore il 2–5 %.

Contagio e diffusione

L’agente patogeno, un virus del genere Capripoxvirus, può sopravvivere fino a sei mesi nelle croste essiccate.

La malattia viene principalmente trasmessa per contatto diretto tra animali. Il virus è contenuto nelle secrezioni nasali e oculari, che diventano quindi il veicolo di diffusione. Grandi quantità di virus si trovano anche nei noduli e nelle croste.

Altre modalità di trasmissione sono quella per via aerea, ossia respirando parti di croste, e quella indiretta tramite gli impianti e le punture di insetti.

La malattia è presente in Paesi del Nordafrica, dell’Asia e dell’Europa orientale. Negli ultimi anni ci sono stati focolai in Turchia, Grecia e Bulgaria. In Svizzera la malattia non si è mai manifestata e il nostro Paese ne è riconosciuto ufficialmente indenne.

Cosa fare?

  • Prestare particolare attenzione all’igiene.
  • Proteggere il meglio possibile gli animali dagli insetti.

Esistono vaccini contro la malattia, ma sono vietati in Svizzera.

Il vaiolo ovino / caprino è un’epizoozia altamente contagiosa e quindi soggetta a notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 04.10.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/schaf-und-ziegenpocken.html