Lotta alle epizoozie

Le disposizioni legali prescrivono la lotta contro le epizoozie, nella quale i detentori di animali rivestono un ruolo di primaria importanza: essi hanno infatti l’obbligo di notificare immediatamente a un veterinario i casi sospetti di epizoozia. Adempiere l’obbligo di notifica è la base di tutte le lotte alle epizoozie.

Schafe Ohrmarke

Attualità

La banca dati sul traffico di animali contribuisce a lottare contro le epizoozie

Dal 2020 per i detentori di ovini e caprini si applicherà un obbligo di notifica alla banca dati sul traffico di animali (BDTA), che consentirà di ricostruire e registrare tutti gli elementi di una storia completa dell’animale. In questo modo viene migliorata la rintracciabilità per gli ovicaprini. Ne risultano vantaggi per la sicurezza alimentare e la lotta alle epizoozie. Patologie come la zoppina possono essere meglio combattute grazie a una registrazione completa degli animali.

L’USAV offre sostegno ai detentori di ovini e caprini con materiale informativo per aiutarli a gestire al meglio le nuove sfide poste dalla BDTA e dalla lotta alla zoppina.

(05.02.2019) 

Lo stato di salute degli animali da reddito svizzeri è buono e, nel confronto internazionale, elevato. Grazie al successo dei programmi di lotta e di sorveglianza nel passato, le epizoozie altamente contagiose e quelle che comportano importanti danni economici non si presentano più o non si sono mai presentate. Esistono tuttavia anche epizoozie che continuano a manifestarsi, con frequenza differente, e contro le quali la lotta deve quindi proseguire. La Svizzera deve inoltre affrontare ulteriori sfide dovute alla globalizzazione, poiché con il traffico di animali, merci e persone vi è sempre la possibilità di introdurre o reintrodurre epizoozie. Per questo motivo è importante essere ben equipaggiati in caso di focolai di epizoozie, oggi e in futuro.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 03.04.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/bekaempfung.html