Peste dei gamberi

La peste dei gamberi è una micosi acuta che causa il deterioramento del carapace di questi crostacei. Nelle specie indigene è quasi sempre mortale.

Sono ricettivi alla malattia soprattutto i gamberi autoctoni. Non costituisce un pericolo per l’uomo.

I gamberi infetti sono visibili anche di giorno nell’acqua e appaiono indeboliti. Se tolti dall’acqua, lasciano penzolare le chele e non cercano di difendersi. Si osservano inoltre perdita di peso e segni di deterioramento (macchie scure sul carapace, frequente mancanza di interi arti o parti di essi). Nelle specie indigene la malattia è quasi sempre mortale.

Il principale indice della malattia è costituito dalla presenza di numerosi gamberi morti in un corpo idrico. Negli animali si osservano escrescenze micotiche simili a ovatta che fuoriescono dalle membrane delle articolazioni e spesso anche dagli occhi.

Di norma le specie americane non contraggono la malattia e non muoiono a causa della stessa, ma sono portatrici del micete.

Contagio e diffusione  

L’agente patogeno, il micete Aphanomyces astaci, sopravvive a lungo nei gamberi morti e forma spore che resistono fino a cinque giorni in acqua.

Sono fonti di contagio i gamberi infetti e morti nonché quelli non autoctoni portatori della malattia benché non affetti. La trasmissione può avvenire anche tramite pesci provenienti da zone contaminate o apparecchiature infette (stivali, abiti, reti, ecc.).

L’agente patogeno è diffuso in tutto il mondo. In Svizzera, dopo una lunga assenza della malattia, dal 1986 si registrano nuovamente focolai in ambiente naturale. Per avere un quadro della malattia nel nostro Paese consultare la Banca dati Situazione epizootica in Svizzera.

Misure  

  • Un’elevata popolazione di gamberi, lotte territoriali e concorrenza per il cibo sono fattori di stress che determinano un indebolimento delle difese immunitarie e una maggiore vulnerabilità alla malattia. Tali fattori vanno limitati ove possibile.

Non esistono vaccini contro la malattia.

Poiché la peste dei gamberi è un’epizoozia da combattere, è soggetta all’obbligo di notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 07.07.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/krebspest.html