Necrosi ematopoietica infettiva

La necrosi ematopoietica infettiva è una malattia virale che colpisce i giovani salmoni e le trote iridee. Non costituisce un pericolo per l’essere umano.

La necrosi ematopoietica infettiva colpisce i salmoni del Pacifico, quelli dell’Atlantico e le trote iridee. Gli altri salmonidi sono più resistenti alla malattia.

Nei pesci infetti di peso inferiore a 150 grammi si osservano colorazione scura, esoftalmo, rigonfiamento del ventre ed escrementi filiformi. Gli avannotti sono spesso colpiti da emorragie gravi alla membrana vitellina. La malattia causa perdite elevate negli avannotti, che possono raggiungere il 100 % in 8–15 giorni. Nei pesci più anziani si verificano più raramente. A partire da circa 150 grammi, di norma, i pesci non presentano sintomi clinici e non si verificano perdite.

Contagio e diffusione  

L’agente patogeno è un virus del genere Novirhabdovirus. La malattia può essere introdotta in un effettivo tramite l’acquisto di pesci o uova infetti. È anche possibile la trasmissione per via indiretta con l’acqua, le apparecchiature e i mezzi di trasporto e gli uccelli ittiofagi. Un’elevata densità di occupazione e forti oscillazioni della temperatura in primavera e autunno favoriscono il contagio.

La malattia è presente in Asia, America ed Europa, e dal 1993 si registrano casi anche in Svizzera. Per avere un quadro della malattia nel nostro Paese consultare la Banca dati sulla situazione epizootica in Svizzera.

Cosa fare?  

  • Prestate attenzione a non introdurre la malattia in un effettivo tramite l’acquisto di animali o uova infetti.

In Svizzera non sono autorizzati vaccini contro la malattia.

La necrosi ematopoietica infettiva è un’epizoozia da eradicare e quindi soggetta a notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 07.07.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/infektioese-haematopoietische-nekrose.html