Peste equina africana

La peste equina africana è un’infezione virale che colpisce principalmente i cavalli. Nei primi casi di comparsa la mortalità è elevata. La malattia viene trasmessa dagli insetti e non è pericolosa per l’uomo.

La malattia colpisce tutti gli equidi, soprattutto i cavalli, mentre asini, muli e zebre sono meno ricettivi.

Essa può presentarsi in quattro diverse forme di decorso:

  • forma polmonare: febbre alta, tosse, secrezione nasale schiumosa, difficoltà respiratoria. Il tasso di mortalità può raggiungere il 95% degli animali malati;
  • forma cardiaca: febbre, tumefazioni della testa e del collo, lesioni alle mucose. Il tasso di mortalità può raggiungere il 50% degli animali malati;
  • forma cardiaco-polmonare: gli animali mostrano un insieme dei sintomi delle forme polmonare e cardiaca;
  • forma lieve (Horse Sickness Fever): da 5 a 8 giorni di febbre e successiva guarigione completa.

Contagio e diffusione

L’agente patogeno, un Orbivirus, viene trasmesso tramite puntura di moscerini. Per questo motivo si registrano casi più frequenti durante la stagione del volo degli insetti. La trasmissione diretta da un animale all’altro è esclusa, mentre è possibile quella indiretta per mezzo di siringhe usate.

Questa malattia è diffusa in Africa centrale, Sudafrica e occasionalmente in Nordafrica. Gli ultimi casi in Europa sono stati registrati dal 1987 al 1990 in Spagna e nel 1989 in Portogallo. Il nostro Paese è riconosciuto indenne dalla malattia.

Cosa fare?

  • Proteggere il meglio possibile i cavalli dagli insetti
  • Utilizzare siringhe monouso
     

Esistono vaccini per la malattia, che non sono però autorizzati in Svizzera e il cui utilizzo è vietato.La peste equina africana è un’epizoozia altamente contagiosa e quindi soggetta a notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 06.08.2020

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/afrikanische-pferdepest.html