Strategia nutrizionale svizzera

Attraverso la Strategia nutrizionale svizzera la Confederazione intende promuovere un’alimentazione varia ed equilibrata. Nutrendosi in modo sano si prevengono le malattie non trasmissibili e si hanno maggiori possibilità di rimanere in salute. 

Attualità

La Strategia nutrizionale svizzera 2017–2024

La Confederazione desidera continuare a promuovere un’alimentazione equilibrata e uno stile di vita sano. Per questo basandosi sulle ultime conoscenze l’USAV ha ulteriormente sviluppato la strategia nutrizionale per il periodo 2017–2024. Entro fine 2017 sarà poi elaborato in stretta collaborazione con importanti attori del settore un piano d’azione con provvedimenti concreti e obiettivi misurabili.

Menschen essen gemeinsam am Tisch

In Svizzera oggi sono disponibili derrate alimentari in grande quantità e varietà, ma nonostante ciò molti continuano a nutrirsi unilateralmente consumando troppi grassi, sale e zuccheri, abitudini che favoriscono malattie come il diabete, l’obesità o disturbi cardiovascolari. L’80 % dei costi per la sanità in Svizzera è dovuto a queste malattie, un fattore che evidenzia ulteriormente l’influenza esercitata dalla nutrizione sulla salute. Ecco perché da decenni l’alimentazione equilibrata è un elemento costitutivo della promozione della salute. Nutrendosi in modo sano ed equilibrato e provando piacere nel preparare e gustare i piatti si promuove la salute e si possono quindi prevenire le malattie legate all’alimentazione.

Tutti possono optare per un’alimentazione sana

La visione della Strategia nutrizionale svizzera 2017–2024 prevede che tutti in Svizzera possano optare per un’alimentazione varia ed equilibrata. È per questo necessario disporre di condizioni quadro che permettano di scegliere sotto la propria responsabilità di mantenere uno stile di vita salutare, indipendentemente dall’origine, dallo status socio-economico e dall’età.

Tre obiettivi

La Strategia nutrizionale svizzera 2017–2024 si pone tre obiettivi:

  • Rafforzare le competenze nutrizionali: far sì che la popolazione conosca i consigli nutrizionali grazie alla disponibilità di informazioni chiare e attuabili facilmente nel quotidiano.
  • Migliorare le condizioni quadro: per semplificare la scelta di derrate alimentari sane è necessario crearne l’offerta.
  • Coinvolgere il settore alimentare: far sì che ancor più produttori e fornitori di derrate alimentari e pasti contribuiscano volontariamente a un’alimentazione sana.

Piano d’azione attuativo

Il Dipartimento federale dell’interno (DFI) ha incaricato l’USAV di elaborare entro fine 2017 un piano d’azione coinvolgendo tutti gli attori più importanti. Quattro aree di intervento permetteranno di concretizzare i provvedimenti:

Per ciascun provvedimento si fisseranno obiettivi misurabili, così da poter mostrare i progressi raggiunti nell’attuazione della strategia nutrizionale.

Le origini della strategia nutrizionale

La correlazione fra nutrizione e salute è stata stabilita per la prima volta al mondo a livello politico nel 1992, durante la Conferenza internazionale sulla nutrizione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Successivamente gli Stati membri OMS si sono impegnati a elaborare e attuare strategie nazionali volte a migliorare la situazione nutrizionale e a promuovere la salute della popolazione. La prima strategia nutrizionale svizzera è stata pubblicata nel 2001, che negli scorsi anni è stata sviluppata ulteriormente e aggiornata in base alle ultime conoscenze.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 23.11.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/das-blv/strategien/schweizer-ernaehrungsstrategie.html