Infezioni da stafilococco negli animali e nell’essere umano

I bovini, i cani, il pollame e l’essere umano possono contrarre infezioni da stafilococco. Si tratta anche di una zoonosi.

euter melken hygiene 4 - 3.JPG

Le infezioni da stafilococco colpiscono soprattutto bovini, cani e pollame, oltre all’essere umano.

La malattia negli animali

Le vacche presentano infiammazioni alle mammelle (mastite bovina), i cani hanno infezioni cutanee e il pollame soffre di infezioni generalizzate all’organismo o di infezioni cutanee purulente.

Contagio e diffusione

L’agente patogeno è il batterio Staphylococcus aureus. I batteri sono presenti nella pelle e nelle mucose degli animali e dell’essere umano. Le intossicazioni alimentari non sono provocate dall’agente patogeno ma dalle enterotossine da lui prodotte.

Nelle vacche la trasmissione avviene attraverso i dotti mammari. Gli errori nella mungitura favoriscono il contagio.

Cosa fare?

Una buona igiene durante la mungitura contribuisce a impedire le infezioni da stafilococco nelle vacche.

Questo tipo di infezioni non è soggetto all’obbligo di notifica ed è disciplinato nell’ambito del controllo delle carni.

La malattia nell’essere umano

In caso di infezioni da stafilococco spesso compaiono infezioni cutanee che solitamente guariscono senza complicazioni. Disperdendosi nell’apparato circolatorio gli stafilococchi possono però causare un avvelenamento del sangue (setticemia) o colpire gli organi, portando così alla morte.

Poiché dal 30 al 40 % degli esseri umani presenta stafilococchi nella cavità nasale, l’auto-infezione è particolarmente rilevante. La trasmissione da uomo a uomo avviene principalmente attraverso le mani. Essendo resistenti agli antibiotici, gli stafilococchi possono essere causa di problemi negli ospedali.

Un’altra fonte di contagio è rappresentata dalle ferite cutanee provocate lavorando con animali infetti o tessuti animali.

Cosa fare?

Una buona igiene durante la mungitura contribuisce a impedire le infezioni da stafilococco nelle vacche.

Questo tipo di infezioni non è soggetto all’obbligo di notifica ed è disciplinato nell’ambito del controllo delle carni.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 21.12.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/staphylococcus-infektionen.html