Morva negli animali e malleus nell’essere umano

La morva è una malattia infettiva contagiosa che colpisce i cavalli e gli asini, danneggiando le loro mucose, la pelle e gli organi interni. La malattia può essere trasmessa all’essere umano e in questo caso prende il nome di malleus. Si tratta quindi di una zoonosi.

La morva colpisce soprattutto i cavalli, gli asini e i muli. I roditori sono meno ricettivi, ma possono anch’essi ammalarsi. I camelidi vengono talvolta contagiati dai cavalli, mentre i cani e i felini (anche quelli degli zoo) ne sono colpiti in minor misura. Anche l’essere umano può essere contagiato; in medicina umana si parla di malleus.

La malattia negli animali  

La malattia può avere un decorso acuto o cronico:

  • la morva acuta presenta un decorso con febbre alta e secrezioni nasali unilaterali, più tardi bilaterali, gonfiore dei linfonodi nonché formazione di ulcere e di noduli sulle mucose nasali (morva nasale);
  • nel cavallo è prevalente la morva cronica. Essa si manifesta tramite attacchi intermittenti di febbre, tosse, difficoltà respiratorie e infiammazioni dei linfonodi.

Contagio e diffusione  

L’agente patogeno è il batterio Burkholderia mallei. La trasmissione avviene per contatto diretto, mediante aerosol o, indirettamente, con mangime, acqua o oggetti contaminati. I cavalli infetti in forma cronica o quelli che si trovano nel periodo di incubazione costituiscono un serbatoio di infezione e possono introdurre la malattia in effettivi di cavalli sani.

L’agente patogeno è presente in Asia, meno frequente in Africa, nel Vicino Oriente e in Sudamerica. Nel 20° secolo si è riusciti a eradicare la malattia dall’Europa occidentale. Attualmente il problema è rappresentato dall’apertura dell’Europa a est (ad es. la Turchia non è indenne dalla morva). La principale causa di introduzione dell’agente patogeno sono i cavalli con infezioni latenti.

Per avere un quadro della malattia nel nostro Paese consultare la Banca dati sulla situazione epizootica in Svizzera.

Cosa fare?  

  • La protezione contro la malattia richiede limitazioni alle importazioni nonché analisi sierologiche degli animali importati.

La morva negli animali è un’epizoozia da eradicare e quindi soggetta a notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

La malattia nell’essere umano (malleus)  

Il malleus causa un’infiammazione dolorosa della zona dell’infezione, con ulcera ematomica e purulenta, formazione di noduli (ingresso perlopiù attraverso ferite cutanee) e gonfiore locale dei nodi linfatici. Entro pochi giorni può portare a febbre alta (≥ 40° C). Se non trattato, il malleus può avere esito letale.

L’agente patogeno viene trasmesso attraverso le mucose (infezione da contatto) o piccole ferite cutanee tramite contatto con solipedi malati o animali da laboratorio infetti, mediante contatto diretto con secrezioni nasali infette, secrezioni ulcerose, pus o muco. È possibile anche il contagio aspirando goccioline contaminate.

Se si manipola materiale che si sospetta essere infetto, si raccomanda di portare guanti di gomma e maschera di protezione orale.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 28.02.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/rotz-beim-tier-und-malleus-beim-menschen.html