Encefalomieliti equine nell’animale e nell’uomo

Le encefalomieliti equine sono un gruppo di malattie virali che possono essere trasmesse tramite zanzare ai cavalli e agli esseri umani. Alcune sono considerate «epizoozie da combattere» ai sensi dell’ordinanza sulle epizoozie.

Sono considerate «epizoozie da combattere» ai sensi dell’ordinanza sulle epizoozie tre «forme americane» (encefalomielite equina occidentale WEE, orientale EEE e venezuelana VEE), l’encefalite giapponese (JE) e la febbre del Nilo occidentale (WNF) (si veda «Ulteriori informazioni» > «Link»).

La malattia nell’animale  

Gli agenti patogeni, gli Alphavirus, possono essere trasmessi a cavalli, uccelli e altri animali, in particolare mammiferi selvatici. Fungono da serbatoio virale soprattutto diverse specie di uccelli e roditori. Spesso gli uccelli non presentano sintomi.

In genere si osservano apatia, febbre alta, tremore agli occhi e disturbi della coordinazione motoria. A seconda del tipo di virus, la mortalità può arrivare fino al 90%.

Contagio e diffusione  

Il contagio avviene attraverso la puntura di zanzare infette da Alphavirus. Le forme WEE, EEE e VEE si riscontrano soprattutto in America settentrionale, centrale e meridionale. In Europa non sono ancora state rilevate. Per avere un quadro della malattia nel nostro Paese consultare la Banca dati Situazione epizootica in Svizzera.

Misure  

  • Le misure profilattiche si concentrano soprattutto sull’eliminazione delle zanzare nelle zone di riproduzione.

Esistono vaccini contro la malattia, ma non sono ammessi in Svizzera.

Poiché le encefalomieliti degli equini sono epizoozie da combattere, sono soggette all’obbligo di notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

La malattia nell’essere umano  

Gli individui punti da zanzare portatrici di Alphavirus presentano uno stato febbrile di breve durata e di diverse forme. In rari casi si manifestano infiammazioni cerebrali gravi. La malattia non si trasmette da una persona all’altra.

Se ci si reca nelle regioni colpite, si raccomanda di utilizzare repellenti per insetti, per evitare di essere punti da zanzare.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 28.06.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/pferdeenzephalomyelitiden-bei-tier-und-mensch.html