Viremia primaverile della carpa

La viremia primaverile è una malattia virale che colpisce carpe, siluri e altre specie di pesci e può causare notevoli perdite all’interno degli allevamenti. Non costituisce un pericolo per l’uomo.

Sono ricettivi alla viremia primaverile le carpe (comprese le koi), le carpe argentate, i carassi, i pesci rossi, le tinche e i siluri d’Europa. La malattia è inoltre trasmissibile alle carpe erbivore, ai guppy e ai lucci.

Uno dei primi sintomi è spesso l’isolamento dei pesci malati dal resto del branco. Si osservano inoltre colorazione scura, protrusione del bulbo oculare (esoftalmo) e rigonfiamento del ventre. In genere muore circa il 30% dei pesci infetti, ma in rari casi il tasso di mortalità può arrivare fino al 70%.

Contagio e diffusione

La temperatura dell’acqua ottimale per la diffusione dell’agente patogeno, un virus della famiglia delle Rhabdoviridae, è di 15 °C, mentre oltre i 20 °C non si verificano epidemie (eccezion fatta per gli avannotti, per i quali può verificarsi un’epidemia fino a 22 °C).

La malattia viene trasmessa negli allevamenti attraverso i pesci infetti, anche quelli che non manifestano sintomi evidenti, e raramente mediante le uova. Il contagio può avvenire inoltre per via indiretta tramite l’acqua contenente il virus, uccelli ittiofagi e apparecchiature e mezzi di trasporto contaminati. Anche i parassiti ematofagi dei pesci possono trasmettere la malattia. La viremia si manifesta in misura maggiore in caso di elevata densità animale e forti fluttuazioni termiche.

L’agente patogeno è diffuso in Europa, compresa la Russia. Si sono verificati casi isolati anche negli Stati Uniti. In Svizzera la malattia si riscontra raramente. La banca dati sulla situazione epizootica in Svizzera fornisce un quadro della malattia a livello nazionale.

Misure

  • Prestare attenzione a non introdurre la malattia all’interno di un allevamento attraverso l’acquisto di animali o uova infetti e proteggere al meglio i pesci da uccelli e parassiti.
  • Evitare elevate densità animale e forti fluttuazioni termiche.

Esistono vaccini contro la malattia, ma non sono ammessi in Svizzera.

Poiché la viremia primaverile è un’epizoozia da sottoporre a sorveglianza, è soggetta all’obbligo di notifica. Le autorità preposte alla sorveglianza della pesca e i laboratori devono notificare i casi di epizoozia e i sintomi sospetti al veterinario cantonale.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 07.07.2017

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/fruehlingsviraemie-der-karpfen.html