Aktinomykose negli animali e nell’essere umano

L’actinomicosi è una malattia cronica, locale o sistematica, che colpisce numerose specie animali, ma raramente gli animali selvatici. Può manifestarsi anche nell’essere umano.

Sono ricettive alla malattia numerose specie animali, in particolare i bovini e i cani, e più raramente anche altri carnivori, suini e caprini. Gli animali selvatici sono meno ricettivi. L’actinomicosi colpisce anche l’essere umano.

La malattia

Bovini: si osservano tumefazioni dure e indolori nella mascella superiore, dalle quali può fuoriuscire pus. Hanno difficoltà nella masticazione, con conseguente perdita di peso.

Nelle altre specie animali e nell’uomo l’agente patogeno provoca ascessi localizzati in diverse parti del corpo.

Contagio e diffusione

Gli agenti patogeni sono diversi tipi di batteri del genere Actinomyces, che appartengono alla normale flora orale dell’animale e dell’uomo. Se l’agente patogeno riesce a penetrare nell’organismo tramite ferite alla mucosa orale possono insorgere vesciche e ascessi in tale regione. La malattia non è contagiosa e non si trasmette tra animali, tra esseri umani e dall’animale all’uomo.

Gli agenti patogeni sono diffusi in tutto il mondo.

Cosa fare?

Non esiste alcun vaccino contro la malattia.

L’actinomicosi non è soggetta a notifica ed è disciplinata nell’ambito del controllo delle carni.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 27.04.2016

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/aktinomykose.html