Ovini e caprini domestici dall’UE

Campo di applicazione / Requisiti

Le condizioni di importazione si applicano agli ovini domestici (ovis aries) e ai caprini domestici (capra hircus) provenienti dall’UE e dalla Norvegia.

Per l’importazione degli animali è eventualmente necessaria un’autorizzazione dell’Ufficio federale dell’agricoltura (si veda «Ulteriori informazioni»).

Dopo l’importazione, gli animali sono sottoposti a una sorveglianza veterinaria ufficiale secondo le istruzioni del veterinario cantonale. L’importazione prevista deve essere notificata all’ufficio veterinario cantonale competente 10 giorni prima e l’arrivo degli animali entro le 24 ore successive.

Le specifiche condizioni di importazione di polizia epizootica sono descritte in modo dettagliato in «Ulteriori informazioni».

Certificato sanitario / TRACES

Il veterinario ufficiale del Paese di provenienza deve effettuare una notifica elettronica TRACES. Prima di effettuare la prima importazione l’azienda di destinazione svizzera deve essere registrata nel sistema elettronico TRACES dall’autorità cantonale.

La partita deve essere accompagnata da un certificato sanitario. È autorizzata solo la copia originale timbrata e firmata. Il modello del certificato sanitario è disponibile nell’allegato E, modello I-III della direttiva UE 91/68/CE.

Condizioni supplementari

Malattia della lingua blu (Blue tongue): per i movimenti tra «zone di sequestro» si applicano i requisiti supplementari di cui al regolamento (CE) 1266/2007.

Autorizzazione di importazione di polizia epizootica

Se non è possibile soddisfare le condizioni standard (ad es. per il rientro dopo un soggiorno di breve durata per partecipare a esposizioni all’estero) è eventualmente necessario un permesso di reimportazione (si veda «Domande di importazione»).

Misure di protezione sovraordinate

Si applicano sempre le misure di protezione valide il giorno dell’importazione.

Controlli all’importazione

Prestare attenzione al fatto che non tutte le categorie di animali e merci possono essere importate in Svizzera attraverso un valico qualunque. Le autorità doganali decidono autonomamente in merito alle competenze dei singoli uffici doganali.

Le autorità cantonali competenti verificano, nell’ambito delle loro attività di controllo, i certificati sanitari prescritti o i documenti commerciali.

Osservazioni particolari

Dal 1° gennaio 2015, garanzie speciali riguardanti la malattia del trotto sono richieste per importare ovini e caprini dall'UE (si veda «Ulteriori informazioni»).

Per gli animali destinati alla macellazione diretta deve inoltre essere compilata la Conferma 06/04 relativa alla somministrazione di medicamenti e alla salute degli animali (si veda Certificato sanitario / TRACES). Il documento deve essere consegnato al controllore delle carni con titolo veterinario del macello di destinazione prima del controllo degli animali da macello.

Gli animali importati per l’estivazione o per il pascolo nelle regioni di frontiera devono essere accompagnati da un certificato sanitario supplementare. Informarsi presso l’ufficio veterinario cantonale competente.

È necessaria un’autorizzazione dell’ufficio veterinario cantonale qualora gli animali siano importati per uno dei seguenti scopi:

  • commercio
  • pubblicità
  • esposizioni di animali
  • zoo
  • circhi
  • e/o esperimenti sugli animali.
     

Informarsi presso l’ufficio veterinario cantonale competente.

Ultima modifica 03.10.2016

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/import-und-export/import/importe-aus-der-eu/lebende-tiere-aus-der-eu/schafe-ziege-eu.html