3R – Replace, Reduce, Refine: sostituire, ridurre e affinare la sperimentazione animale

La sperimentazione animale può essere autorizzata solo se non vi sono metodi alternativi per rispondere a un quesito. Il numero di animali da laboratorio e le sofferenze inflitte agli stessi devono essere ridotti al minimo.

animalerie CopyrightUniversitaet Bern Adrian Moser_800x600

Attualità

Lanciato il programma nazionale di ricerca: animali, ricerca e società

Il Consiglio federale ha lanciato oggi un nuovo programma nazionale di ricerca «Advancing 3R – animali, ricerca e società».

Il programma studierà come ridurre il numero di esperimenti sugli animali e rendere gli esperimenti stessi meno stressanti. Inoltre, elaborerà le basi per aspetti etici e sociali. Dotato di 20 milioni di franchi svizzeri, il programma durerà cinque anni. Maggiori informazioni sul programma (in francese): Programmi nazionali di ricerca.

Il progetto si orienta sul principio delle 3R: Replace, Reduce, Refine (sostituire, ridurre, perfezionare). Maggiori informazioni sulle 3R: Centro di competenza svizzero 3R.

(03.02.2021)

 

In Svizzera i ricercatori sono tenuti a limitare al minimo il numero di animali da laboratorio. Laddove possibile, devono essere impiegati metodi alternativi agli esperimenti sugli animali. Il principio delle 3R (replace, reduce, refine) richiede la creazione di metodi alternativi agli esperimenti sugli animali, la riduzione al minimo degli esperimenti e il loro miglioramento al fine di arrecare agli animali il minor aggravio possibile; si veda anche su «Ulteriori informazioni > Link. Russell and Burch, The Principles of Humane Experimental Technique».

Da 30 anni l’industria farmaceutica, i ricercatori, gli esperti di animali da laboratorio, la Confederazione, la protezione degli animali e la politica si impegnano a favore dell’impiego del principio delle 3R e hanno ottenuto così nel frattempo un calo del numero di animali impiegati da 2 milioni a 600 000 unità e una riduzione degli aggravi arrecati agli animali.

Nel 2015 il Consiglio federale ha approvato un rapporto sulla sperimentazione animale in Svizzera che illustra come possono essere promossi lo studio di metodi alternativi e la riduzione del numero degli esperimenti e dell’aggravio arrecato agli animali. Il Consiglio federale propone diverse misure a tal proposito (si veda «Ulteriori informazioni»).

Dalla Fondazione Ricerca 3R al Centro di competenza 3R

Dal 1987 al 2018 il finanziamento dei progetti di ricerca 3R correlati al principio delle 3R era sostenuto dalla Fondazione Ricerca 3R. Si trattava di una collaborazione tra il gruppo parlamentare per le questioni riguardanti gli esperimenti sugli animali, la fondazione Animalfree Research e Interpharma, sotto la sorveglianza del Dipartimento federale dell’interno. L’USAV era rappresentato nel consiglio di fondazione e nel comitato di esperti. Nel marzo 2018 la Fondazione Ricerca 3R è stata sostituita dal Centro di competenza 3R Svizzera.

Con la creazione di questo Centro di competenza 3RCC le scuole universitarie e l’industria farmaceutica si assumono la responsabilità del consolidamento della cultura delle 3R in Svizzera. Il 3RCC non finanzia soltanto i progetti di ricerca 3R, ma il suo mandato di prestazioni comprende anche la formazione e la comunicazione. Politica, Confederazione e protezione degli animali sostengono il 3RCC in seno a organi direzionali. L’USAV partecipa alla direzione strategica. Il 3RCC è composto da una segreteria a Berna e da una rete di responsabili 3R nelle scuole universitarie.

La partecipazione dei costi è suddivisa tra Confederazione (Segreteria di stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI e USAV), Interpharma e scuole universitarie.

Un progetto di ricerca sulla Refinement - alternative alla CO2

Topi e ratti sono sottoposti a eutanasia con anidride carbonica (CO2) dopo gli esperimenti e nei centri di detenzione di animali da laboratorio. Nuove scoperte scientifiche mettono tuttavia in dubbio l’idoneità, dal punto di vista della protezione degli animali, di questa sostanza per l’eutanasia dei roditori.

L’USAV affronta questo tema come parte del suo impegno nella promozione del principio delle 3R (replace, reduce, refine). Come tutti gli interventi sugli animali da laboratorio, anche l’eutanasia deve essere costantemente migliorata con il principio 3R refine.

Nel simposio 3R del 2018, l’USAV ha mostrato l’enorme rilevanza dell’eutanasia dal punto di vista della protezione degli animali (Axiak Flammer et al. 2019). Come risultato del simposio 3R del 2019, diversi ricercatori internazionali hanno pubblicato le priorità per la ricerca scientifica sulle alternative al CO2 (Steiner et al. 2019).

Il simposio 3R del 2020 è stato condotto dall’USAV insieme alla Universities Federation for Animal Welfare UFAW e all’Humane Slaughter Association HSA. Trovate le presentazioni del simposio online FSVO/UFAW/HSA – Humanely ending the life of animals su questo sito Internet. Potete leggere una relazione del simposio a pagina 7 dell’ultima newsletter dell’UFAW: UFAW Newsletter Spring 2021 (in inglese). In basso trovate gli estratti degli interventi del simposio.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 29.03.2021

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierversuche/3r-prinzipien.html