3R – Replace, Reduce, Refine: sostituire, ridurre e affinare la sperimentazione animale

La sperimentazione animale può essere autorizzata solo se non vi sono metodi alternativi per rispondere a un quesito. Il numero di animali da laboratorio e le sofferenze inflitte agli stessi devono essere ridotti al minimo. 

Attualità

La Fondazione Ricerca 3R viene sostituita dal centro di competenza 3R di swissuniversities.

Dal momento dell’istituzione nel 1987, la Fondazione Ricerca 3R ha finanziato progetti di ricerca riguardanti la sostituzione della sperimentazione animale e volti a migliorarla e ridurla. I riassunti di tali progetti sono disponibili al seguente link:

Dopo 30 anni la Fondazione Ricerca 3R cessa la sua attività per 3R e sarà sostituita dal centro di competenza 3R di swissuniversities. L’handout per l’evento di addio alla Fondazione Ricerca 3R del 22 gennaio 2018 è disponibile al seguente link: 

(12.01.2018) 

In Svizzera i ricercatori sono tenuti a ridurre al minimo il numero di animali da laboratorio. In base al principio delle 3R (replace, reduce, refine) devono essere impiegati il più possibile metodi alternativi. Se necessari, gli esperimenti sugli animali devono essere effettuati con il maggior riguardo possibile. Si veda anche sotto Link: The Principles of Humane Experimental Technique.

Principio delle 3R: maggiore protezione degli animali e sperimentazione animale rispettosa

In Svizzera deve affermarsi la cultura delle 3R nel mondo scientifico, al fine di diminuire durevolmente il numero di esperimenti sugli animali e ridurre al minimo le sofferenze inflitte agli stessi.

La Fondazione Ricerca 3R sostiene progetti di ricerca nell’ambito dei metodi alternativi alla sperimentazione animale. Essa è nata nel 1987 dalla collaborazione tra il gruppo parlamentare per le questioni riguardanti gli esperimenti sugli animali, la fondazione Animalfree Research e Interpharma e opera sotto la supervisione del Dipartimento federale dell’interno. L’USAV è rappresentato nel consiglio di fondazione.

Il principio delle 3R ha dimostrato la sua efficacia: dagli anni '80 il numero di animali da laboratorio è stato ridotto da due milioni a 600 000 unità. Tuttavia non è ancora possibile sostituire completamente gli esperimenti sugli animali, poiché i metodi alternativi non devono solo funzionare sul piano scientifico, ma anche essere riconosciuti a livello internazionale. Sono stati registrati diversi progressi in tal senso, in particolare nell’ambito della tossicologia.

Nel 2015 il Consiglio federale ha adottato un rapporto sulla sperimentazione animale in Svizzera, che propone diverse misure per promuovere la ricerca di metodi alternativi, diminuire il numero di esperimenti sugli animali e ridurre le sofferenze inflitte agli stessi (si veda «Ulteriori informazioni»).

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 29.01.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierversuche/3r-prinzip.html