Stomatite vescicolare

La stomatite vescicolare è una malattia virale che colpisce equini, bovini e suini causando in alcune parti dell’America centrale e meridionale ingenti perdite economiche. È considerata una zoonosi perché nell’essere umano può causare sintomi simili a quelli dell’influenza.

La stomatite vescicolare è una malattia infettiva virale che colpisce soprattutto bovini, cavalli, asini e suini.
Anche se considerata una zoonosi, per l’essere umano ha una rilevanza ridotta.
Questa malattia è molto importante per i veterinari ai fini della diagnosi differenziale dell’afta epizootica.

La malattia negli animali

Dopo un breve periodo di incubazione di 1–3 giorni compare una leggera febbre. Si formano afte, generalmente in un solo punto nell’area del muso oppure sugli zoccoli o gli unghioni dell’animale infetto. Nelle vacche si riscontra anche un calo della produzione di latte. La guarigione clinica avviene entro 3–4 giorni.

Contagio e diffusione

L’agente patogeno è un virus del genere Vesiculovirus che viene trasmesso attraverso la saliva. Una possibile fonte di contagio è quindi l’uso in comune di abbeveratoi o mangiatoie. Attraverso gli insetti pungitori la malattia viene diffusa su lunghe distanze.

La malattia è diffusa in alcune parti dell’America centrale e meridionale, mentre si registrano focolai sporadici negli Stati Uniti. La Svizzera è invece riconosciuta ufficialmente indenne.

Cosa fare?

  • Attualmente non vi sono particolari misure per i singoli detentori di animali.
  • Nonostante il nostro Paese ne sia ufficialmente indenne, la malattia viene sorvegliata passivamente.

La vaccinazione contro la stomatite vescicolare è vietata in Svizzera.

Si tratta di un’epizoozia altamente contagiosa e quindi soggetta a notifica. Chi detiene o accudisce animali deve notificare i casi sospetti al veterinario dell’effettivo.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 22.05.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/tiere/tierseuchen/uebersicht-seuchen/alle-tierseuchen/vesikulaere-stomatitis.html