Dimetilamilamina (DMAA)

La dimetilamilamina (DMAA) è una sostanza chimica impiegata per perdere peso o per accrescere le prestazioni sportive. A causa dei gravi effetti collaterali, l’USAV ne sconsiglia fortemente il consumo. 

Des pilules tombent de leur récipient avec un mètre ruban

La DMAA è commercializzata anche con altre denominazioni: dimetilamilamina, 1,3-dimetilamilamina, metilexaneamina, 1,3-dimetilpentilamina o estratto di geranio. Anche una menzione del tipo «stimolante naturale» riportata nella pubblicità può indicare la presenza di DMAA nel prodotto, così come può essere contenuta nelle pasticche da discoteca (party pills).

La denominazione «estratto di geranio» farebbe presupporre che la DMAA sia naturalmente presente in tale pianta (Pelargonium graveolens). Studi recenti hanno però dimostrato che l’olio di geranio (estratto della radice della pianta) non contiene DMAA.

Incidenza e rischi

La dimetilamilamina è impiegata illegalmente negli integratori alimentari, negli alimenti per sportivi e nei prodotti dimagranti.

La sostanza agisce sul sistema nervoso centrale e può causare aumento della pressione arteriosa, dispnea, tachicardia o addirittura infarto.

Raccomandazioni dell’USAV

Non essendo ammessa in Svizzera, ne è vietata la vendita di prodotti contenenti DMAA. La Fondazione Antidoping Svizzera fa presente che la sostanza rientra fra quelle dopanti. A causa dei possibili rischi per la salute ad essa legati, l’USAV raccomanda di non assumere prodotti che la contengono 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 22.05.2019

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/lebensmittel-und-ernaehrung/lebensmittelsicherheit/stoffe-im-fokus/dimethylamylamin-dmaa.html