Riduzione dello zucchero

L’assunzione di quantità troppo elevate di zucchero può nuocere alla salute. Nell’ambito della Strategia nutrizionale svizzera, l’USAV collabora con diverse aziende svizzere al fine di ridurre lo zucchero negli alimenti.

Muesli pour le petit-déjeuner avec morceaux de sucre

Il 4 agosto 2015 all’Expo di Milano alcuni produttori di alimenti e rappresentanti del commercio al dettaglio svizzeri hanno sottoscritto insieme al consigliere federale Alain Berset un Memorandum of Understanding, la cosiddetta Dichiarazione di Milano.
L’obiettivo di questa dichiarazione è quello di ridurre gradualmente, da qui alla fine del 2018, il contenuto di zucchero in yogurt e cereali per la colazione.

In virtù del loro impegno, le aziende che hanno firmato la Dichiarazione possono diventare partner dell’iniziativa actionsanté (si veda «Ulteriori informazioni»). Con actionsanté, la Confederazione intende promuovere uno stile di vita sano puntando sull’alimentazione e sull’attività fisica. Dal canto loro, le imprese possono impegnarsi direttamente su questo fronte e, attraverso attività adeguate, dar modo ai consumatori di compiere scelte più salutari.

Lo zucchero in yogurt e cereali per la colazione: un punto della situazione

Per poter verificare l’efficacia della Dichiarazione, nel 2016 l’USAV ha fatto un primo punto della situazione (si veda «Ulteriori informazioni»), raccogliendo e analizzando i dati relativi a un totale di 348 yogurt zuccherati (7 aziende) e 186 cereali per colazione zuccherati (9 aziende). Per tutti i prodotti si è tenuto in considerazione il contenuto di zucchero aggiunto, mentre non sono stati computati gli zuccheri presenti allo stato naturale nel latte o nella frutta.

I dati rilevati hanno evidenziato che mediamente in un vasetto di yogurt (180 g) sono contenuti 17 g di zucchero. Lo yogurt con il tenore di zucchero più basso ne conteneva 10 g a vasetto, quello con il tenore più alto 30,5 g. I cereali per la colazione contenevano in media 18 g di zucchero per 100 g; nel caso più estremo, lo zucchero costituiva quasi il 50% del prodotto.

Come base di confronto si pensi che una zolletta di zucchero pesa tra i 3 e i 4 g.

Prossimi passi

Sulla base dei dati rilevati l’USAV sta elaborando valori target per la riduzione dello zucchero negli yogurt e nei cereali per la colazione. In futuro si provvederà a rilevare con cadenza annuale i dati relativi al contenuto di zucchero, al fine di verificare il rispetto dell’impegno di riduzione assunto e l’efficacia della Dichiarazione di Milano. 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 31.01.2018

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/lebensmittel-und-ernaehrung/ernaehrung/massnahmen-ernaehrungsstrategie/zuckerreduktion.html