Prodotti genetici dall’UE

Sono prodotti genetici il seme, gli embrioni e gli ovuli. Per molte specie animali il seme deve provenire esclusivamente da aziende o centri riconosciuti. Gli embrioni e gli ovuli devono essere prelevati da gruppi di raccolta riconosciuti.

Per l’importazione di prodotti genetici (seme, embrioni e ovuli) dall’UE si applicano in linea generale le stesse condizioni veterinarie previste per il transito all’interno dell’UE.

Autorizzazione d'importazione

Qualora esistano condizioni standard per l’importazione di prodotti genetici, non è necessaria un'autorizzazione di importazione di polizia sanitaria. Qualora invece tali condizioni standard non esistano o non possano, nel singolo caso, essere soddisfatte, è necessario contattare l’USAV con sufficiente anticipo prima di effettuare l’importazione.

Per gli scambi tra organismi, istituti o centri riconosciuti all’interno dell’UE, in linea di massima non è necessario un permesso di polizia sanitaria rilasciato dall’USAV. I prodotti esclusivamente destinati a essere tenuti in un centro riconosciuto non vengono di norma sottoposti a sorveglianza veterinaria ufficiale.

TRACES

Le importazioni commerciali devono essere effettuate tramite il sistema TRACES.

Garanzie complementari

I prodotti genetici provenienti da zone soggette a restrizioni in relazione alla malattia della lingua blu possono essere importati solo a condizioni speciali. Prima di effettuarel’importazione, informarsi presso l’ufficio veterinario territoriale competente in merito alle eventuali misure di sequestro e garanzie complementari necessarie.

Allevamento, contingenti e permesso generale di importazione

Le prescrizioni relative all’allevamento di animali e ai contingenti sono di competenza dell’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG), che è anche responsabile del rilascio del permesso generale di importazione necessario per alcuni animali da reddito e i relativi prodotti genetici. Per le importazioni, considerare anche gli aspetti in materia di diritto doganale.

Conservazione delle specie

Determinate specie animali sono anche soggette alle disposizioni in materia di conservazione delle specie. Verificare lo stato di protezione nell’elenco delle specie CITES e presentare eventualmente una domanda di importazione. Nel caso in cui sia necessario un permesso, dopo l’importazione occorre effettuare il controllo relativo alla conservazione delle specie. La partita deve essere notificata alla dogana ed entro 48 ore (due giorni lavorativi) esibita al posto di ispezione relativo alla conservazione delle specie scelto (si veda «Ulteriori informazioni»). La dogana riscuote anticipatamente la tassa per il controllo relativo alla conservazione delle specie.

Per informazioni dettagliate sulle singole specie animali e sulle relative disposizioni per l’importazione è possibile effettuare una ricerca diretta alla pagina Importazione.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 13.06.2016

Inizio pagina

https://www.blv.admin.ch/content/blv/it/home/import-und-export/import/importe-aus-der-eu/genetikprodukte-aus-der-eu.html