Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



I pappagallini ondulati e l’uomo

La storia comune tra i pappagallini ondulati e gli esseri umani è molto recente se paragonata a quella di cani e gatti. I pappagallini sono conosciuti in Europa da soli 200 anni. Oggi rappresentano tuttavia gli uccelli ornamentali detenuti più di frequente a livello mondiale.

La prima descrizione scientifica del pappagallino ondulato risale al 1805, ed è stata effettuata in Australia. A metà del XIX secolo alcuni esemplari sono stati portati in Europa e, in occasione delle mostre animali, hanno ottenuto un tale successo da innescare un vivace commercio di questa specie. Nel 1864, l'Australia si è vista costretta a emanare un divieto alle esportazioni di pappagallini ondulati.

Da allora i pappagallini vengono allevati in cattività. Tutti gli esemplari reperibili presso i negozi di animali o gli allevamenti privati discendono da genitori nati in Europa.

È indubbio che il fascino dei pappagallini ondulati sia determinato, oltre che dall'aspetto, dal loro comportamento spiccatamente sociale: questi animali non solo creano rapporti molto stretti con i propri conspecifici, ma possono diventare molto docili anche nei confronti dell'uomo.


Messaggio per lo specialista: info@blv.admin.ch

Fine zona contenuto

Ricerca a testo integrale

 


Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV
info@blv.admin.ch | Basi legali | Analisi Web
http://www.blv.admin.ch/tsp/02471/02473/index.html?lang=it