Ricerca a testo integrale

 

Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Malattia della lingua blu


Attualità:

Rilevamento del virus della lingua blu in bovini in Austria e in Slovenia 

Nel corso dei programmi di sorveglianza, il 17 novembre 2015 in tre aziende nella Stiria orientale e nel Burgeland e il 19 novembre 2015 in un'azienda nell'area nord-occidentale della Slovenia sono stati rilevati in bovini virus della lingua blu, del ceppo virale sierotipo 4. Gli animali risultati positivi ai test non presentavano alcun sintomo clinico.

La Svizzera segue con attenzione lo sviluppo della situazione e verifica se negli ultimi tempi siano stati importati in Svizzera animali provenienti da questi territori e se sia necessario effettuare analisi sugli stessi animali. I detentori di animali che abbiano introdotto o ripreso dall'estivazione ruminanti dall'Austria, sono sollecitati a osservare accuratamente i loro animali. Qualora abbiate il sospetto che i vostri animali manifestino sintomi della malattia della lingua blu, dovete informare immediatamente il veterinario dell'effettivo.


Aziende positive alla malattia della lingua blu in Austria e nell'area di 150 km

Malattia della lingua blu in Francia

Frattanto in Francia è stata allestita la zona di protezione e di sorveglianza e disposta una zona di restrizione con un raggio di 150 km, che confina a est con la Svizzera e nelle ultime settimane è stata estesa in Francia verso Nord e verso Sud.


© Ministère de l'agriculture, de l'agroalimentaire et de la forêt (France), 10.12.2015

Misure in Svizzera

La Svizzera segue con attenzione lo sviluppo della situazione e si prepara alla possibilità di un'estensione delle zone di protezione e di sorveglianza fino in Svizzera. Pertanto gli animali estivati nelle regioni interessate in Francia, al loro ritorno vengono esaminati riguardo al virus della lingua blu, sierotipo 8 (BTV-8). Inoltre sugli animali provenienti dalle regioni francesi coinvolte, importati in Svizzera da metà anno, sono già stati eseguiti i test (PCR). Finora i risultati sono stati tutti negativi. I detentori di animali che abbiano introdotto o ripreso dall'estivazione ruminanti dalla Francia, sono sollecitati a osservare accuratamente i loro animali. Qualora abbiate il sospetto che i vostri animali manifestino sintomi della malattia della lingua blu, dovete informare immediatamente il veterinario dell'effettivo che provvederà alle analisi e informerà l'ufficio veterinario cantonale competente.


Bollettino Radar

Blue tongue (BT): casi di BTV-4 in Austria e Croazia. Casi di BTV-8 in Francia.

Pericolo immediato per la Svizzera, sussiste una necessità d'intervento. Per maggiori informazioni vedi il Bollettino Radar:

Tipo:  PDF
Bolletino Radar gennaio 2016 (in francese)
Ultima modifica: 28.01.2016 | Grandezza: 841 kb | Tipo: PDF


La Svizzera è indenne dalla malattia della lingua blu

La malattia della lingua blu è comparsa per la prima volta in Svizzera nell’ottobre del 2007. Più tardi si sono ammalati altri animali, alcune dozzine in Svizzera e alcune migliaia in Europa. Negli anni 2008, 2009 e 2010 sono state pertanto realizzate campagne di vaccinazione obbligatorie, mentre nel 2011 non è stata necessaria svolgerne una a livello nazionale; attualmente la Svizzera è indenne dalla malattia della lingua blu. Possiamo parlare di un vero e proprio successo nella storia della lotta alle epizoozie, grazie all’impegno del Servizio veterinario svizzero e dei detentori di animali che hanno attuato la strategia in maniera coerente.
Tipo:  PDF
Sorveglianza Blue tongue in Svizzera - Dichiarazione di indennità dalla malattia
Ultima modifica: 01.03.2012 | Grandezza: 1479 kb | Tipo: PDF



Messaggio per lo specialista: info@blv.admin.ch

Fine zona contenuto



http://www.blv.admin.ch/gesundheit_tiere/01973/index.html?lang=it