Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio navigazione principale

Fine navigazione principale


Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

  • Pagina iniziale

Fine navigatore



Tubercolosi

Infezione batterica cronica che colpisce l'uomo e l'animale. Il suo decorso è generalmente progeressivo e generalizzato. L'Ordinanza sulle epizoozie è applicata alle infezioni da Mycobacterium tuberculosis e Mycobacterium bovis.


Attualità: tubercolosi bovina (febbraio 2014)

Situazione della tubercolosi bovina nella Svizzera orientale  

L'11 settembre 2013, durante l'ispezione della carne macellata di una vacca di quattro anni proveniente da un'azienda agricola dell'Appenzello Esterno, è stata diagnosticata la tubercolosi bovina. Dalle analisi di laboratorio è risultato che entrambe le vacche infette erano state contagiate dall'agente patogeno Mycobacterium caprae (M. caprae). Questo significa che i due casi registrati nella Svizzera orientale non possono essere messi in relazione con i casi di tubercolosi bovina registrati nel Cantone di Friburgo all'inizio di marzo del 2013. Negli ultimi anni, il M. caprae è stato isolato a più riprese nel Vorarlberg e in Tirolo (in popolazioni di fauna selvatica e, sporadicamente, anche in effettivi di bovini).

Stando agli accertamenti e alle informazioni delle autorità veterinarie del Vorarlberg, si sospetta che il contagio della vacca appenzellese possa essersi verificato già nel 2011, durante l'estivazione su un alpeggio del Vorarlberg attraverso il contatto con animali selvatici. I controlli sistematici sugli altri animali estivati nel 2011 nel medesimo alpeggio del Vorarlberg si sono nel frattempo conclusi. Le analisi biomolecolari di laboratorio hanno confermato i sospetti epidemiologici evidenziando che l'agente patogeno isolato in Svizzera è lo stesso di quelli già identificati in Austria, in popolazioni di fauna selvatica e di bovini: si tratterebbe di un cluster di M. caprae noto come «Lechtal».

Situazione della tubercolosi bovina in Svizzera romanda 

A inizio marzo, nel Canton Friborgo era stato registrato un caso di tubercolosi bovina. Nel frattempo sono stati sottoposti al test della tubercolina 6'770 animali in circa 230 aziende agricole di 15 Cantoni della Svizzera romanda, tutti entrati in contatto con il bovino infetto. Nei Cantoni Friborgo, Vallese e Vaud, 23 animali di 10 aziende agricole sono risultati positivi a Mycobakterium bovis. All'incirca 200 animali sono stati abbattuti in seguito a esito positivo o dubbio. 

Stando alle ultime rilevazioni la situazione in proposito permane stabile e, a oggi, la Svizzera è considerata un Paese indenne dalla tubercolosi bovina. Il Servizio veterinario svizzero ha definito una strategia nazionale di lotta e di sorveglianza contro la tubercolosi bovina per il 2014. Nei prossimi mesi saranno effettuati nuovi controlli soprattutto nella Svizzera francese, ma anche negli altri Cantoni. I controlli comprenderanno tutti bovini che sono entrati in contatto con gli effettivi risultati positivi al test della tubercolosi nel 2013. Riguarda più di un centinaio di aziende. In caso di reazione al test cutaneo della tubercolosi, l'infezione deve essere confermata dalle analisi del sangue.

Nell'ambito dell'estivazione di quest'anno, gli Uffici veterinari cantonali hanno prescritto misure specifiche per le aziende poste sotto sequestro.

Svolgimento delle analisi della tubercolosi


Indenni da tubercolosi: risultati negativi

Caso di sospetto: risultati dubbi e/o positivi

Caso di epizoozia: analisi di laboratorio (test PCR) con risultato positivo/animale pro-veniente dall’azienda infetta risultato positivo alla tubercolina
Tipo:  PDF
Tubercolosi bovina: analisi in corso nelle a-ziende a rischio
Ultima modifica: 23.04.2013 | Grandezza: 112 kb | Tipo: PDF

Sorveglianza della tubercolosi bovina

Il programma di sorveglianza della tubercolosi bovina è basato sui controlli eseguiti nei macelli in virtù dell'articolo 60 capoverso 2 dell'ordinanza del 23 novembre 2005 concernente la macellazione e il controllo delle carni (OMCC, RS 817.190). La sorveglianza è di competenza degli organi cantonali d'esecuzione, che disciplinano sia il controllo di esemplari vivi delle specie bovine, caprine, ovine e di ruminanti selvatici tenuti in cattività (test cutaneo alla tubercolina) sia l'esame di casi sospetti di tubercolosi ad avvenuta macellazione. 

Nel quadro del controllo delle carni, determinate parti di ogni carcassa devono essere sottoposte a un esame per verificare la presenza di alterazioni suscettibili di compromettere la salute umana o di malattie, in particolare di epizoozie.
In caso di alterazioni patologiche della carcassa o dei prodotti della macellazione sono prelevati campioni per la verifica in laboratorio della presenza di epizoozie o zoonosi. L'esame batteriologico dei casi sospetti è eseguito dal laboratorio nazionale di riferimento per la tubercolosi bovina, cioè dall'Istituto di batteriologia veterinaria della facoltà Vetsuisse dell'Università di Zurigo.

Per maggiori informazioni sul controllo delle carni, cliccare sulla seguente pagina:

Messaggio per lo specialista: info@blv.admin.ch

Fine zona contenuto

Ricerca a testo integrale

 

Attualità

Situazione epizootica

In Svizzera, gli effettivi di bovini sono ufficialmente riconociuti indenni dalla tubercolosi.

L'indennità dalla malattia è stata documentata nel 1997 mediante un controllo per campionatura:

Informazioni complementari

Tipo:  PDF

26.09.2013 | 121 kb | PDF
Tipo:  PDF

Dall'inizio di marzo di quest'anno, in alcuni Cantoni si sono verificati casi di tubercolosi bovina. I servizi veterinari cantonali hanno adottato le misure necessarie per arginare i focolai dell'infezione. L’essere umano può contrarre l’infezione, tuttavia il rischio è minimo.
27.03.2013 | 26 kb | PDF

Legislazione

Epizoozia da eradicare e zoonosi - La tubercolosi bovina è soggetta all’obbligo di notifica.

Ordinanza sulle epizoozie
art 158-165

Diagnostica

Links



Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV
info@blv.admin.ch | Basi legali | Analisi Web
http://www.blv.admin.ch/gesundheit_tiere/01065/01083/01088/index.html?lang=it